Expo, Cantone: "Non vado a fare gite milanesi"

17 maggio 2014 ore 9:00, Andrea De Angelis
Raffaele Cantone, a capo dell'Autorità anticorruzione, non sembra particolarmente soddisfatto di come si stia profilando il suo impiego per risollevare l'Expo, a una settimana dallo scandalo corruzione che ha riportato l'Italia (ammesso che ne fosse mai uscita) ai tempi di Tangentopoli.

Expo, Cantone: 'Non vado a fare gite milanesi'

Sull'incarico in vista del 2015 affidatogli dal Presidente del Consiglio in persona, Cantone infatti ha affermato: "Non ho intenzione né voglia di fare gite milanesi". E sottolinea che "ha un senso la presenza dell'Autorità se ci danno strumenti di controllo ad hoc, se si impone alle società private di seguire le norme di trasparenza".

Come a dire: fino a questo momento non ho trovato nulla, o quasi di ciò.

Expo, Cantone: 'Non vado a fare gite milanesi'
A giudizio di Cantone, che è intervenuto ieri alla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Napoli Federico II, "allo stato non c'è possibilità che l'Autorità anticorruzione possa occuparsi delle vicende dell'Expo". "Il tema - aggiunge - è provare a individuare poteri specifici transitori e che riguardino solo quell'evento". Per trovarli, purtroppo, il tempo è poco. Pochissimo.
caricamento in corso...
caricamento in corso...