Ecco come Eataly Smeraldo risveglia il commercio milanese

17 marzo 2014 ore 12:46, Vanessa Dal Cero
Ecco come Eataly Smeraldo risveglia il commercio milanese
Dopo settimane di crescente attesa, è finalmente arrivato il momento dell’inaugurazione di Eataly Smeraldo, il 25° food & beverage store dell’imprenditore Oscar Farinetti, il primo a Milano.
Domani, in ricordo di quel 18 marzo del 1848 che fu teatro dell’insurrezione contro gli austriaci, avranno così inizio le prime “Cinque Giornate” milanesi delle meraviglie gastronomiche nostrane, all’insegna del cibo più amato nel mondo, quello italiano! Situato nella centralissima Piazza XXV Aprile, oggi fulcro della movida milanese, Eataly Smeraldo trae il proprio nome dallo storico Teatro milanese, simbolo del varietà popolare e del musical italiano, del quale oggi occupa la sede, completamente rinnovata. E se la crisi, purtroppo, ne ha sancito la chiusura, questa volta lo Smeraldo non si è trasformato, come negli anni ’70, in un cinema a luci rosse. Con Eataly la luce diventa verde, come il colore dominante in questo spazio di oltre 5.000 metri quadrati dove la cultura e la musica non solo non smettono di esistere ma rappresentano il paradigma distintivo del nuovo store.
Ecco come Eataly Smeraldo risveglia il commercio milanese
Prova ne è il grande palcoscenico costruito in omaggio alla tradizione del teatro che fu, e che darà l’opportunità ad artisti famosi ed emergenti di esibirsi, offrendo un buon intrattenimento ai visitatori. Gli avventori troveranno ovviamente tanto buon cibo preparato al momento - come per esempio mozzarelle, pane e piadine prodotte a ciclo continuo - da comprare nei banchi del fresco o consumare nei vari ristoranti, poi ancora speciali vini, birre e dolci; dalle aree degustazione a quelle didattiche passando per quelle emozionali e di vendita, non mancherà davvero nulla. Numerosi sono gli ospiti speciali che saranno presenti domani all’inaugurazione, per celebrare il connubio tra cibo, musica e cultura che poi rappresenta la nostra tradizione più autentica; quel patrimonio dal quale orgogliosamente ripartire, anche in termini occupazionali, e far innamorare nuovamente tutto il mondo della grande bellezza italiana.
caricamento in corso...
caricamento in corso...