Il ritorno dei Dire Straits ma con un nuovo nome e un cantante romano

17 novembre 2015 ore 10:06, Andrea Barcariol
Il ritorno dei Dire Straits ma con un nuovo nome e un cantante romano
I Dire Straits ritornano a cambiano nome. Mancherà il leader e fondatore del gruppo Mark Knofpler, ma la nuova formazione è di primo piano, con  il chitarrista Phil Palmer, il tastierista Alan Clark, il batterista Danny Cummings, l'altro batterista Steve Ferrone (uno dei più quotati al mondo), il sassofonista Mel Collins, il cantante e chitarrista romano Marco Caviglia, un fedelissimo di Knopfler, e l'altro italiano il tastierista Primiano De Rose.

Musicisti tutti di grandissimo livello che prenderanno il nome di DSL, Dire Straits Legacy (prima si chiamavano Dire Straits Legend) proprio per sottolineare il rapporto con la formazione originale e la volontà di riprodurne le sonorità storiche attraverso l'esecuzione di brani come “Romeo and Juliet", "Sultans of Swing", "Money for Nothing",

"Perché più che essere leggende, raccogliamo l'eredità della band che ha cambiato il modo di fare musica", spiegano Phil Palmer, Alan Clark, Danny Cummings, storici musicisti del gruppo, a Roma insieme a Marco Caviglia per presentare il tour mondiale al via da maggio, con 2 anteprime: il 4 febbraio a Roma, il 7 a Milano. La band è stata ospite anche della redazione de Il Messaggero. Spetterà a Marco Caviglia, l'arduo compito di sostituire la voce inconfondibile di Mark Knoplfler che un paio di anni fa non aveva escluso una reunion dei Dire Straits, «Le operazioni nostalgia non mi interessano: il mondo va avanti, la musica pure. Se da qualcuno prima o poi arriverà la proposta, però toccherà valutarla. Riparliamone a settant'anni».
.

caricamento in corso...
caricamento in corso...