Crescono i reati a Milano. Pisapia cosa fa?

18 giugno 2013 ore 13:10, intelligo
Crescono i reati a Milano. Pisapia cosa fa?
Non si placa l’emergenza piccola criminalità a Milano e in tutta la Lombardia.
La graduatoria poco onorevole del Sole 24 Ore parla di aumenti a due cifre di scippi, furti e borseggi, con Milano dietro Roma per numero totale di reati ma davanti alla Capitale per incidenza dei delitti. All’imbra della Madonnina si verificano 647 furti in casa ogni 100mila abitanti, 841 furti con destrezza, 423 furti d’auto. Gli omicidi diminuiscono, ed è una buona notizia, ma ogni mese nella città lombarda vengono uccise tre persone. Crescono pericolosamente violenze domestiche, stupri, lesioni personali, a riprova di una tensione sociale elevatissima, forse incentivata dalla profonda crisi economica. La criminalità a Milano non indietreggia, dunque, e il dossier sicurezza è il più spinoso tra le mani del sindaco Pisapia. I cittadini non si sentono sicuri, in città si avverte un certo degrado. Ultimamente lo ha detto anche un grande amante di Milano come Giorgio Armani, oggi lo confermano anche i dati ufficiali. Urge trovare una soluzione, magari cominciando ad abbandonare l’approccio soft che la giunta di centrosinistra ha prediletto in questi primi anni di amministrazione.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...