A Milano arriva il Coworking professionale. L'ultima frontiera di successo contro la crisi

19 febbraio 2014 ore 13:26, Vanessa Dal Cero
A Milano arriva il Coworking professionale. L'ultima frontiera di successo contro la crisi
In periodo di crisi e risparmio, è più che mai necessario correre ai ripari aiutandosi tra amici e conoscenti: così si condividono le tate, le ceste di frutta e verdura prese a buon prezzo da qualche agricoltore e persino i vestiti. Allora perché non condividere anche l'ufficio? 
A Milano il Coworking si sta già ampiamente diffondendo, la condivisione di spazi garantisce non solo risparmio e flessibilità ma molto di più: può diventare stile di vita e un modo davvero nuovo di pensare il lavoro. I primi uffici condivisi sono nati dall'idea di amici o colleghi in cerca di spazi dove svolgere la propria attività, dividendo spese e compiti di gestione. Di solito sono lavoratori autonomi, creativi, grafici, architetti o avvocati che cercano una postazione fissa con linea telefonica, collegamento wifi, stampanti e una sala meeting da utilizzare in turnover. Da semplice iniziativa tra amici, ora i coworkers si sono moltiplicati dando vita a veri e propri Coworking professionali, riconosciuti dal Comune di Milano e dalla Camera di Commercio; in alcuni casi, chi sceglie di lavorare in uno spazio condiviso accreditato potrà aver diritto a incentivi comunali, un'ottima opportunità! Al di là dello spazio fisico e delle bollette si possono, poi, condividere obiettivi, idee e persino i clienti; in questo modo, spesso nascono collaborazioni e solide partnerships. Così, in open space luminosi e piacevoli anche dal punto di vista estetico, può essere davvero stimolante iniziare la propria attività o darle semplicemente un nuovo lancio senza necessità di ingenti investimenti.
caricamento in corso...
caricamento in corso...