Tornano gli anni di piombo. L'allarme del Capo della Polizia

19 novembre 2013 ore 16:04, intelligo
Tornano gli anni di piombo. L'allarme del Capo della Polizia
Attenzione siamo a rischio “anni di piombo”. Non è uno slogan vintage buttato lì a caso; è invece la preoccupazione seria e ragionata  del Capo della Polizia di Stato, Alessandro Pansa: «C’è un forte rischio per il futuro, di evoluzione e degenerazione delle manifestazioni di piazza».
Un allarme, questo, che Pansa ha lanciato oggi all'inaugurazione della nuova sede milanese dell'Associazione nazionale polizia di Stato (Anps), intitolata al brigadiere Antonio Custra, ucciso durante una manifestazione del 1977:  «Sta accadendo qualcosa di molto simile a quello che accadeva negli anni '70 - ha continuato il capo della polizia - con manifestazioni di rivendicazioni anche legittime che si trasformano in azioni di contrasto e scontro con le forze dell'ordine. L'incidente è inevitabile perché è programmato». E come dargli torto: negli ultimi mesi abbiamo assistito al disagio portato in piazza da cittadini allo stremo della sopportazione. Un malessere molto spesso trasformato in azioni violente, complici le infiltrazioni di frange politicamente estreme. Tutto sotto l’occhio pigro e inerme di una classe politica troppo concentrata sulla propria salvezza che ai problemi reali di un Paese sull’orlo del collasso. Da qui il giudizio di Pansa, che concludendo la sua analisi, mette sul piatto un altro e inquietante tassello: quello che sta accadendo «è un problema serio perché ci sono giovani che coltivano l'odio per la divisa».
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...