La meningite fa paura, a Milano è allerta dopo la morte di un ballerino

19 novembre 2015 ore 21:11, Micaela Del Monte
La meningite fa paura, a Milano è allerta dopo la morte di un ballerino
Controlli a tappeto, anche sui social, per cercare altri possibili contagiati. L'allerta a Milano è alta e il pericolo da contrastare è quello della meningite.

Un giovane ballerino di Hip Hop di 22 anni è morto infatti la scorsa notte nel capoluogo lombardo, il ragazzo è deceduto per sepsi meningococcica, il che ha fatto scattare immediatamente i controlli alla ricerca di chi, negli ultimi 10 giorni, era stato a stretto contatto con lui o che aveva passato del tempo con lui nei locali milanesi (i locali in cui il ragazzo si è recato sono l’Amnesia, il Karma ed infine il Patchouli Cafè). Il caso è stato segnalato alla Asl competente che ha subito provveduto a far recapitare gli antibiotici a queste persone.

Per informare le persone che avevano frequentato gli stessi locali del ragazzo l'Asl ha pensato anche di utilizzare i social network ed in particolar modo Facebook. Il Dipartimento della salute e della prevenzione, quindi, tramite i social ha invitato coloro che in quelle sere erano presenti in tali locali di rivolgersi alla sede di Milano in via Statuto 5 andandoci di persona o magari chiamando o inviando una mail per ottenere tutte le informazioni necessarie e per sottoporsi ad una eventuale profilassi. Il numero consigliato dall'Asl di Milano è lo 02/85786865

Il problema di base è che il meningococco, il batterio responsabile di tale letale malattia, si può trasmettere per via aerea causando così meningiti ed infezioni all’intero organismo. Altro problema è che le persone che sono state in contatto molto stretto con l’infetto (data la trasmissione per via respiratoria) sono quelle maggiormente a rischio. 

Intanto la discoteca Karma ha rassicurato coloro che erano transitati nel locale venerdì e sabato comunicando che l’Asl ha fatto riferimento nel comunicato soltanto alla giornata di domenica 15 novembre. E' intervenuto sulla questione anche il dottor Ciconali, il capo del servizio di igiene e sanità dell’Asl, che ha chiesto a tutti di non allarmarsi e ha spiegato che il contagio avviene solo se si è molto vicini e se il contatto con il contagiato è prolungato. Per ulteriori notizie sulla meningite a Milano e per l’arrivo dell’influenza stagionale, cliccare ‘Segui’ poco su il titolo dell’articolo.
caricamento in corso...
caricamento in corso...