Ebola a Milano, un caso sospetto di contagio: ricoverata una volontaria Ong

02 aprile 2015, Marta Moriconi
Ebola a Milano, un caso sospetto di contagio: ricoverata una volontaria Ong
Dopo che per un anno non si è parlato d'altro che dell'emergenza Ebola, e dopo che il pericolo sembrava scampato, sbuca fuori il possibile contagio di una donna italiana, volontaria di una Ong e proveniente da fuori Lombardia dopo un periodo di lavoro in Sierra Leone.

Ora l'operatore sanitario è ricoverato in isolamento all'ospedale Sacco di Milano. Da questa notte è lì per accertamenti volti ad escludere un possibile caso di Ebola. 

 "Non c'è alcun allarme - assicura all'Adnkronos Salute Rita Gismondo, responsabile del Laboratorio di microbiologia dell'azienda ospedaliera - Le prime analisi che abbiamo eseguito sono negative, ma vanno ripetute dopo 48 ore e quindi l'esito del test è atteso per la mattinata di venerdì. Le condizioni della paziente sono sotto controllo, al momento non gravi". 

"E' tutto sotto controllo - ribadisce Gismondo - Abbiamo attivato immediatamente il percorso di alta bioemergenza, dal ricovero alla parte analitica. Tutto a funzionato al meglio e ora attendiamo l'esito dei test". 

caricamento in corso...
caricamento in corso...