Venduto il Milan, Berlusconi pensa già al Genoa? Parola di Zangrillo

20 aprile 2017 ore 15:44, Andrea De Angelis
Parola di medico. Dunque difficile da non credere. Battute a parte, l'esclusiva di Repubblica sta già facendo sognare i tifosi rossoblù, anche se appare molto complicato (lo diciamo fin da subito) che una simile operazione possa andare a termine. Difficile, ma non impossibile. Forse è questo il modo migliore per presentare quanto "spifferato" dal dottor Zangrillo al noto quotidiano nazionale, lasciando sorpresi tutti i tifosi. Compresi ovviamente quelli della squadra ligure che, inutile negarlo, sta attraversando una delle sue stagioni peggiori. Se non fosse per il percorso orribile della quattro squadre che la seguono in classifica, la formazione di Juric (tornata dopo la nefasta parentesi firmata Mandorlini) rischierebbe davvero di retrocedere. Ma veniamo alla notizia che ha, sportivamente parlando, sconvolto tutti gli addetti ai lavori. 

Venduto il Milan, Berlusconi pensa già al Genoa? Parola di Zangrillo
IO GIOCAVO. LUI (FORSE) NO
Eh sì, il bello è proprio questo. Mentre l'interlocutore aveva pronunciato quella che doveva, forse, essere solo una battuta, l'ex presidente del Milan ha preso quel discorso sul serio. Lasciando stupito proprio lo stesso Zangrillo che racconta così l'episodio al quotidiano Repubblica: "Ho chiesto a Silvio di prendere il Genoa, gliel'ho buttata lì per gioco ma il Cavaliere non pensava che scherzassi e mi ha risposto molto seriamente. Ci sto lavorando. Per stimolare la sua ambizione - ha aggiunto il fedelissimo del leader di Forza Italia - gli ho detto anche che vincere col Genoa lo scudetto della Stella avrebbe più valore di tutte le coppe conquistate col Milan...". Insomma, di materiale per costruire storie (o leggende) ce n'è eccome. Per non parlare di un possibile derby tra l'ex premier e un certo Ferrero, sicuramente da non perdere. 

MILAN E GENOA, AMORE E ODIO
Le due squadre sono ovviamente da sempre rivali sul campo. Mentre il Milan ha conosciuto, soprattutto a cavallo tra il secondo e terzo millennio, momenti di gloria a livello sia nazionale che continentale, il Genoa sicuramente ha nel passato più remoto il momento di maggior prestigio. Due club in questo senso diversi, ma che possono contare su un calore dei tifosi da primato. Squadre destinate per motivi geografici a vivere quasi ogni anno il derby e pronte a investire sui giovani. Così molti sono i giocatori passati da una all'altra squadra e viceversa. In tempi recentissimi pensiamo ai vari Kucka, Niang, Ocampos solo per citare alcuni esempi di oggi. Anche in passato gli affari tra Galliani e Preziosi sono stati numerosi. Forse anche per questo motivo qualcuno ritiene che l'intuizione del dottor Zangrillo possa essere qualcosa di più che una battuta...

GENOA, MEGLIO PRIMA CHE ORA
Il Genoa Cricket and Football Club, meglio noto come Genoa, è tra le squadre italiane quella in possesso del più antico documento scritto attestante la nascita: 7 settembre 1893, oltre ad essere ovviamente la più longeva fra quelle ancora in attività. Nel suo albo d'oro figurano 9 campionati italiani, tra cui il primo in assoluto risalente al 1898, e una Coppa Italia. La società conta solo due partecipazioni alla Coppa UEFA/Europa League, nel 1991-92 e nel 2009-10. Appena due anni fa il Genoa in realtà ottenne il sesto posto con 59 punti in classifica, posizione che le avrebbe consentito l'accesso all'Europa League 2015-2016. Però non lo ottenne a causa della mancata acquisizione della licenza Uefa.

#milan #genoa #berlusconi
caricamento in corso...
caricamento in corso...