Milan, Bloomberg svela l'identikit dei cinesi: gente piena di "energia"

20 luglio 2016 ore 23:16, Micaela Del Monte
Sonny Wu, Steven Zheng, Nicholas Gancikoff e Sal Galatioto. Sarebbero questi i nomi della cordata pronta ad acquisire il Milan da Silvio Berlusconi. L'indiscrezione è stata lanciata dal sito americano specializzato su notizie finanziarie Bloomberg che cita fonti non meglio specificate ma definite "familiar with the matter", cioè "informate dei fatti". Wu è uno dei co-fondatori nonché direttore del fondo GSR Ventures, che si occupa di investimenti in aziende di tecnologia. Wu in particolare si occupa di energie rinnovabili.
Secondo le fonti citate da Bloomberg, GSR Ventures sarebbe il principale investitore del consorzio che è in trattative avanzate con Silvio Berlusconi. Wu recentemente ha portato avanti le trattative di acquisto, poi fallite, della Philips. La valutazione del club sarebbe di 750 milioni di euro, debito incluso.

Milan, Bloomberg svela l'identikit dei cinesi: gente piena di 'energia'
Della cordata farebbe parte anche Steven Zheng, uomo d'affari cinese con interessi nel settore dell'energia solare (così come Nicholas Gancikoff, l'advisor della cordata al fianco di Sal Galatioto nella trattativa con Fininvest). L'accordo comprenderebbe nuovi accordi di sponsorizzazione con il Milan. Bloomberg riferisce che nessuno all'interno di Fininvest ha voluto rilasciare un commento. In una recente intervista, riporta Bloomberg, Wu ha detto di avere in agenda un incontro con Berlusconi per discutere di "partnership per mercati globali".

A luglio dello scorso anno GSR Ventures aveva annunciato un piano di investimenti di 5 miliardi di dollari per acquisizioni in tutto il mondo. Secondo Bloomberg la cordata sarebbe in contatto con Fininvest da quasi due anni per acquistare la società rossonera. Inizialmente le trattative prevedevano il passaggio ai cinesi del 60 percento del club, ma i recentemente la cordata avrebbe deciso di comprare il 100 percento.

Le trattative si erano interrotte quando Berlusconi indicò Bee Taechaubol come prima scelta per la cessione del club. La discussione tra le due parti sarebbe ripresa quando si è capito che Bee non sarebbe riuscito a finalizzare l'offerta d'acquisto. Un ulteriore rallentamento si sarebbe avuto nelle ultime settimane quando Berlusconi è stato ricoverato per l'intervento al cuore.
caricamento in corso...
caricamento in corso...