Rom in Italia, Dijana Pavlovic: "Ci sono lavoratori e pensionati, anche professori universitari"

21 aprile 2016 ore 15:52, Andrea De Angelis
Quanti lavoratori rom ci sono in Italia? E quanti pensionati? Nel porsi questa domanda IntelligoNews ha intervistato l'attrice e attivista Dijana Pavlovic, esponente di spicco della comunità rom milanese e naturalizzata italiana...

I rom spesso sono immaginati come persone povere, prive di un'abitazione e dunque di un lavoro. Le chiedo: è proprio così? Quanti in Italia sono riusciti ad avere una vita definibile normale, con una casa e un lavoro?
"A parlare di tanti, tantissimi che ce l'hanno fatta è Santino Spinelli, nel suo libro 'Rom, genti libere'. Purtroppo in Italia rom e sinti non sono riconosciuti come minoranza, dunque un censimento normale non c'è perché nessuno può indicare di essere rom o sinto. Il censimento dei rom avviene soltanto attraverso chi vive nei campi, invece tantissime persone, cittadini italiani sono di queste etnia, vivono nelle case, ma spesso non si autodefiniscono come rom per non essere discriminate sul posto di lavoro. Sono migliaia di persone".

Lei vive a Milano, può darci degli esempi?
"Certo. Conosco persone che lavorano nelle Università di Milano, sia come docenti sia nelle mense e nelle imprese di pulizie. Ci sono poi persone che lavorano nei cantieri, così come anziani che dopo i necessari anni di lavoro hanno ottenuto la pensione".

Rom in Italia, Dijana Pavlovic: 'Ci sono lavoratori e pensionati, anche professori universitari'
Dare un numero preciso è difficile, mi pare di capire, sia per il mancato riconoscimento di minoranza che per il timore delle persone stesse di essere discriminate in quanto rom?
"Esatto, è proprio così. Non possiamo avere il numero di rom e sinti che vivono in Italia. Per farlo ci dovrebbe essere il modo per definirsi italiani di etnia rom".  

Venendo a personaggi famosi ed esempi storici, c'è qualche nome che vuole ricordare?
"Ce ne sono tantissimi. Nel calcio l'esempio più famoso è Ibrahimovic. Adesso abbiamo in carica il campione europeo di pugilato di pesi medi, Michele Di Rocco. Per non parlare poi di Charlie Chaplin o Elvis Presley. Charlie Chaplin era metà ebreo e metà romanichals".



caricamento in corso...
caricamento in corso...