Ciclabile e Metro4. Come Expo sta cambiando pelle...

21 ottobre 2013 ore 14:58, intelligo
di Micaela Del Monte.
Ciclabile e Metro4. Come Expo sta cambiando pelle...
Arriva la ciclabile Duomo-Sempione.
Un anello di 5 chilometri che collega alcuni itinerari cardine di Milano. Dal Parco e il Castello passando per corso Sempione, piazza Castello, piazza Cairoli, via Dante, piazzale Cadorna, corso Garibaldi, largo V Alpini, largo la Foppa, la Triennale, il Piccolo Teatro e l'Acquario civico. A lanciare la sfida sono stati due assessori di Palazzo Marino: "Quest'opera è un altro tassello importante della trasformazione di Milano in una città sempre più accogliente, sostenibile e a misura di tutti, anche in vista di Expo 2015. Questa Amministrazione si sta impegnando perché l'eredità dell'Esposizione per la città in termini di infrastrutture e opportunità sia importante e questo progetto è un esempio concreto di questo impegno". Così hanno dichiarato la responsabile ai Lavori pubblici, Carmela Rozza e il responsabile della Mobilità e Ambiente, Pierfrancesco Maran. Per la realizzazione di questo progetto saranno impiegati circa sette milioni di euro e il tutto dovrebbe essere pronto proprio per l'Expo 2015. Ma quello della pista ciclabile non è l'unico progetto in cantiere: a dicembre si parte con i lavori per la realizzazione della Metrò 4. I primi siti interessati saranno quelli di via Solari, Dezza, Foppa, e coni Zugna, cui seguiranno quelli di Gelsomini e San Cristoforo. Si tratta di punti delicati dove i lavori e l'apertura dei cantieri creeranno non pochi disagi visto le strade densamente popolate e frequentate. Per il completamente di tutta l'opera si dovrà probabilmente aspettare il 2020 o il 2021, ma si spera che una buona parte del lavoro venga portata a termine proprio per il 2015. Questa volta la promessa sembra stia prendendo forma. I tempi sono lunghi, ma Expo 2015 Milano sta cominciando a cambiare pelle e lo sta facendo in modo concreto.
Ciclabile e Metro4. Come Expo sta cambiando pelle...
Arriva la ciclabile Duomo-Sempione.
Un anello di 5 chilometri che collega alcuni itinerari cardine di Milano. Dal Parco e il Castello passando per corso Sempione, piazza Castello, piazza Cairoli, via Dante, piazzale Cadorna, corso Garibaldi, largo V Alpini, largo la Foppa, la Triennale, il Piccolo Teatro e l'Acquario civico. A lanciare la sfida sono stati due assessori di Palazzo Marino: "Quest'opera è un altro tassello importante della trasformazione di Milano in una città sempre più accogliente, sostenibile e a misura di tutti, anche in vista di Expo 2015. Questa Amministrazione si sta impegnando perché l'eredità dell'Esposizione per la città in termini di infrastrutture e opportunità sia importante e questo progetto è un esempio concreto di questo impegno". Così hanno dichiarato la responsabile ai Lavori pubblici, Carmela Rozza e il responsabile della Mobilità e Ambiente, Pierfrancesco Maran. Per la realizzazione di questo progetto saranno impiegati circa sette milioni di euro e il tutto dovrebbe essere pronto proprio per l'Expo 2015. Ma quello della pista ciclabile non è l'unico progetto in cantiere: a dicembre si parte con i lavori per la realizzazione della Metrò 4. I primi siti interessati saranno quelli di via Solari, Dezza, Foppa, e coni Zugna, cui seguiranno quelli di Gelsomini e San Cristoforo. Si tratta di punti delicati dove i lavori e l'apertura dei cantieri creeranno non pochi disagi visto le strade densamente popolate e frequentate. Per il completamente di tutta l'opera si dovrà probabilmente aspettare il 2020 o il 2021, ma si spera che una buona parte del lavoro venga portata a termine proprio per il 2015. Questa volta la promessa sembra stia prendendo forma. I tempi sono lunghi, ma Expo 2015 Milano sta cominciando a cambiare pelle e lo sta facendo in modo concreto.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...