Menez,continua il giallo della schiena: dal "rientro in tre settimane" al 2016

21 ottobre 2015, Andrea De Angelis
Menez,continua il giallo della schiena: dal 'rientro in tre settimane' al 2016
Lo scorso anno aveva segnato un gol ogni due partite
, chiudendo la stagione a quota 16 reti. L'unica nota positiva, o quasi, dell'era Inzaghi sulla panchina del Milan, l'unico in grado di risolvere le partite con un guizzo, regalando anche assist decisivi ai compagni del reparto offensivo. 

Jeremy Menez nella stagione 2014/15 è stato uno dei migliori giocatori della Serie A, al punto che in Francia ne hanno rimpianto, eccome, la cessione. L'ex giallorosso, che già nella capitale fece bene soprattutto nella costruzione delle manovre d'attacco, non brillò particolarmente invece negli anni trascorsi al Paris Saint Germain, realizzando appena 14 reti in 79 partite (meno di una ogni cinque). Tutt'altra media, come detto, a Milano, dove in una sola stagione ha fatto meglio per quanto riguarda i gol messi a segno. 

Ci vorrà però ancora molto tempo prima che Jeremy Menez possa dare il proprio contributo alla stagione dei rossoneri. Il ventottenne francese, al quale i problemi alla schiena non sembrano dar tregua, non rientrerà infatti prima del 2016. Problemi, dicono gli addetti ai lavori, dovuti forse alla gestione della riabilitazione, ma al di là delle cause una cosa è certa: Mihajlovic potrà contare su di lui solo dopo la sosta invernale. 
I dolori alla schiena erano comparsi già alla fine dello scorso campionato, costringendo Menez a saltare le ultime cinque partite, nelle quali i rossoneri raccolsero nove punti. Il francese decide di rivolgersi allo specialista di fiducia che già lo aveva curato in passato. La nuova operazione avviene l'11 giugno, a stagione ormai terminata: la prognosi è di tre settimane di riposo, ma in realtà il calvario durerà molto di più.

Il 3 luglio, alla ripresa degli allenamenti, Menez non c'è. Oltre due mesi dopo l'intervento si rivede in campo, è il 17 agosto. Niente amichevoli estive dunque, ma 21 minuti in coppa Italia contro il Perugia. Il francese sembra pronto al rientro, i tifosi tirano un sospiro di sollievo. Solo per poco. 

I dolori alla schiena ritornano, il giocatore non può essere convocato. Anzi, il 20 agosto deve sottoporsi ad una seconda operazione, ed anche qui la diagnosi parla di un mese di stop prima di riprendere. I tempi si allungano nuovamente ed ora la notizia che in tanti temevano, ma che nessuno voleva sentire: il giocatore rientrerà il prossimo anno. Auguri, davvero.

caricamento in corso...
caricamento in corso...