A Milano orrore in clinica, picchiati malati psichici (anche a colpi di pala per feci)- VIDEO choc

22 aprile 2016 ore 16:55, Americo Mascarucci
Picchiavano con violenza e con l'impiego di vari oggetti contundenti 10 pazienti di una casa di cura della Asl di Milano per malati psichiatrici, nel quartiere Comasina.Autori dei maltrattamenti quattro operatori socio sanitari di origini peruviane con età compresa tra 50 e 60 anni. Le violenze accertate dalla polizia sono avvenute tra la fine del 2014 e l'inizio del 2015. 
I pazienti venivano  colpiti con pugni, schiaffi, minacce di ogni genere, percosse effettuate con scope e persino con il contenitore delle feci. Le segnalazioni raccolte dalla polizia denunciavano i maltrattamenti, emersi poi con le immagini riprese dalla telecamera, a carico dei pazienti, alcuni impossibilitati, per le loro condizioni cliniche, a parlare, oppure a scappare o difendersi in quanto costretti a letto dalle proprie condizioni di salute psico-fisica.
Uno degli imputati di 52 anni è stato arrestato in flagranza di reato e condannato in primo grado per maltrattamenti: da un anno agli arresti domiciliari. 
Gli altri tre sono in attesa di giudizio.  

A Milano orrore in clinica, picchiati malati psichici (anche a colpi di pala per feci)- VIDEO choc
L'indagine del commissariato di polizia di Comasina è iniziata a fine 2014. 
I familiari dei pazienti si erano lamentati con la direzione della struttura per i lividi e i segni di violenza sui corpi dei propri parenti. La direzione si era rivolta alla polizia, che aveva installato delle telecamere nella casa di cura. Si è scoperto che i quattro operatori picchiavano, strattonavano e maltrattavano i malati senza apparente motivo. La polizia ha intercettato anche i telefoni dei quattro operatori, che parlavano con i propri parenti delle violenze che infliggevano ai pazienti. I quattro uomini hanno sempre agito da soli, mai in concorso, ma erano a conoscenza dei maltrattamenti degli altri tre. Si sono giustificati dicendo che rispondevano alle provocazioni dei pazienti, ma le immagini della polizia dimostrerebbero il contrario.




caricamento in corso...
caricamento in corso...