Non Fiorucci ma opere di male. Ladri acrobati in casa dello stilista

22 luglio 2013 ore 12:28, intelligo
Non Fiorucci ma opere di male. Ladri acrobati in casa dello stilista
Una casa messa a soqquadro: armadi aperti, cassetti rovesciati, qualche oggetto rotto. In pratica: sono entrati i ladri. È quello che è accaduto nell'appartamento di via Vittorio Veneto di Elio Fiorucci, che rientrato dal week end, ieri sera, si è trovato di fronte a questa scena che l'ha lasciato a dir poco choccato. Il furto, come ricostruito dallo stesso stilista, dovrebbe essere avvenuto nella notte tra sabato e domenica. Ma, sorpresa: dalla prima ricognizione e da un mini-inventario realizzato nei primi minuti immediatamente successivi alla scoperta dell'accaduto, il colpo è stato un buco nell'acqua, proprio perché nell'appartamento non c'erano oggetti di valore né contanti. “Non tengo mai oggetti di valore in casa” ha spiegato il desiner intervistato dal Corriere.it. Non sembra manchi nulla, dunque, né di primo acchito sembra ci siano danni o sfregi all'arredamento. Rimane, tuttavia, l'incognita dell'incursione: come è avvenuta? La porta d'ingresso è blindata, ha spiegato lo stilista. È probabile, dunque che i ladri si siano calati dal terrazzo (dal momento che l'appartamento è all'ultimo piano) e siano entrati dalla porta finestra. Ladri acrobati, dunque. Ma anche “tecnici” perché in un batter d'occhio sono riusciti a disinnescare pure l'impianto d'allarme, collegato tramite satellite alla sala operativa della polizia.  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...