"Conterò i passi": così Dario Fo per il giardino dedicato a Franca Rame

22 settembre 2015, Andrea De Angelis
"Sono festoso e mi fa molto piacere, lo apprendo solo ora e con gioia. Non ho ben idea della zona in cui si trova questo posto, ma mi informerò e conterò i passi!".

'Conterò i passi': così Dario Fo per il giardino dedicato a Franca Rame
Così Dario Fo ha commentato la decisione della Giunta comunale di intitolare uno spazio verde a Franca Rame. Si troverà nei pressi delle vie dedicate dal capoluogo lombardo a Vittorio Gassman, Ugo Tognazzi e Roberto Tremelloni, nel quartiere Adriano a nord della città. Sulla targa ci sarà l'epigrafe: "Attrice e sostenitrice dei diritti civili e sociali". 

L'attrice e moglie di Dario Fo, morta nel 2013, è stata una delle donne più amate nell'Italia del XX secolo. Ha emozionato, diviso, fatto discutere. Ha soprattutto emozionato. 

"Franca Rame con Dario Fo, compagno nella vita e sulla scena - spiega il sindaco Giuliano Pisapia - ha scritto e messo in scena decine di spettacoli di grande successo che hanno appassionato e fatto riflettere diverse generazioni. Una grande attrice che non ha mai rinunciato al suo impegno sociale e civile. Con questa decisione Milano celebra un'artista che ha caratterizzato la vita culturale della città per decenni". 

Continuano dunque le intitolazioni di Milano nell'anno dell'Expo: nei giorni scorsi era toccato a Mike Bongiorno e a Luigi Veronelli.

Ma non mancano, come sempre, le polemiche. 

"Purtroppo - lamenta Silvia Sardone (responsabile regionale della sicurezza di Forza Italia) - siamo sempre di fronte alla solita sinistra ex, post, neocomunista che intitola un parco a Franca Rame in zona infischiandosene di un sondaggio online voluto dai comitati di quartiere nel quale primeggiarono le denominazioni 'Parco Marelli' e 'Parco Raimondo Vianello'. Una scelta chiaramente non voluta dai cittadini e fortemente divisiva, anche diseducativa, ricordando il passato di Franca Rame".
caricamento in corso...
caricamento in corso...