Cocaina in viaggio dalla Colombia a Milano via 'ndrangheta: 21 arresti

23 maggio 2017 ore 11:50, Americo Mascarucci
Gestivano il traffico di cocaina dalla Colombia all'Italia, passando da Nord a Sud  con punti stategici Milano e Perugia. Con l'accusa di traffico internazionale di stupefacenti aggravato dal metodo mafioso la Dda di Milano ha arrestato aventuno persone nelle province di Milano, Monza e Brianza, Alessandria, Catanzaro, Perugia, Roma, Varese, Vercelli e in Germania, nell'ambito di una vasta operazione contro il traffico di cocaina dal sudamerica gestita dalla 'ndrangheta calabrese.
Cocaina in viaggio dalla Colombia a Milano via 'ndrangheta: 21 arresti

L'INCHIESTA - L'indagine dei Carabinieri ha preso spunto dall'arresto in flagranza, nel settembre 2015, a Bareggio di uno degli indagati di oggi, che in quell'occasione era stato trovato in possesso di 30 chili di cocaina. Sono così iniziate accurate indagini che hanno portato a scoprire come il centro della presunta attività criminale sarebbe stato stabilito  ad Arluno nel milanese. A gestire il traffico internazionale di cocaina sarebbe stata un'organizzazione strettamente collegata al clan Gallace di Guardavalle (Catanzaro) con ramificazioni sia in Lombardia sia nel Lazio (tra Anzio e Nettuno). L'organizzazione secondo gli inquirenti gestiva l'importazione di ingenti quantitativi di droga dal Sudamerica, in particolare la Colombia. Il gruppo criminale di stampo mafioso sarebbe stato collegato direttamente ai narcos colombiani. 
L'ennesima inchiesta che sembrerebbe testimoniare come da tempo ormai la criminalità organizzata nelle sue varie forme, soprattutto 'ndrangheta, abbia conquistato l'egemonia nel traffico degli supefacenti, impiantando i centri di raccolta e smistamento nel Nord Italia, salvo poi distribuire la merce lungo tutta la Penisola attraverso i propri agenti sparsi nelle varie regioni. 
   

caricamento in corso...
caricamento in corso...