Veronesi lascia la direzione dello Ieo: "Vent'anni di umanità e scientificità"

23 settembre 2014 ore 13:14, Andrea De Angelis
Umberto Veronesi nel 1994 fondò l'Istituto Europeo di Oncologia, di cui è stato fino ad oggi direttore scientifico. L'oncologo di fama internazionale volle portare in Italia un modello di ospedale fino ad allora sconosciuto: senza scopo di lucro con gli utili reinvestiti nella struttura e cercando di mettere al centro sempre e solo il paziente.  

Veronesi lascia la direzione dello Ieo: 'Vent'anni di umanità e scientificità'

      Utopia per alcuni, coraggio per altri. Un ventennio che termina oggi con le dimissioni di Veronesi legate soprattutto alla sua età (89 anni il prossimo novembre). Lo scorso maggio, a causa di una caduta in casa, dovette rinunciare allo "Ieo day", giorno in cui l'istituto illustra i risultati delle ricerche di un intero anno e nel quale si celebrava il ventennale della struttura. "Riflettendo sullo sviluppo atteso nel prossimo futuro, che si prospetta - dice - molto intenso, ho pensato che fosse giusto rinnovare i vertici della Direzione Scientifica", ha detto Veronesi, il cui posto verrà preso da due sei più stretti collaboratori: Roberto Orecchia, già direttore della radioterapia, sarà il nuovo direttore scientifico, mentre Pier Giuseppe Pelicci guiderà la ricerca. Veronesi avrà la qualifica di direttore scientifico emerito. "Continuerò ad impegnarmi per la salvaguardia e la promozione dei principi e dei valori che hanno ispirato lo Ieo fin dalla sua costituzione e ne hanno fatto un unicum: umanità e scientificità", promette.
caricamento in corso...
caricamento in corso...