Milano puzza di pesce... scaduto

24 febbraio 2014 ore 13:56, intelligo
di Micaela Del Monte.
Milano puzza di pesce... scaduto
"Bianchetti" surgelati e scaduti nel 2008, gamberi e gamberoni diventati verdi, alghe nori (quelle usate per il sushi) e confezioni di wasabi e frutta essiccata immangiabili perché
 scaduti da anni. È ciò che è venuto fuori in seguito all'operazione "Gambero Verde" e ha portato a Milano al sequestro di quaranta tonnellate di pesce e crostacei scaduti, in alcuni casi addirittura da sei anni, pronte per essere servite sulle tavole dei ristoranti del capoluogo lombardo. L'operazione prende il nome proprio dal colore che avevano assunto i gamberoni scaduti sequestrati dalle Fiamme Gialle. I prodotti erano destinati soltanto cinesi e giapponesi che propongono piatti a base di sushi, ma anche ristoranti italiani specializzati in pesce. "Vista la quantità, un milanese su 5 avrebbe potuto mangiare questi prodotti", calcola la Guardia di Finanza di Milano. Gli uomini del comando provinciale delle Fiamme Gialle hanno ispezionato alcuni depositi di grossisti alimentare nell’area a Nord del capoluogo, in uno di questi hanno trovato, e sequestrato, 16 tonnellate di prodotti ittici scaduti destinati ai ristoranti e ai supermercati. Il titolare, di nazionalità cinese, è stato denunciato per immissione in commercio di prodotti adulterati.  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...