Graffiti, graffitari e antigraffitari: sfida a colpi di pennelli e … di politica

24 settembre 2013 ore 15:36, intelligo
Graffiti, graffitari e antigraffitari: sfida a colpi di pennelli e … di politica
Scritte sui muri, offese sui muri, bestemmie sui muri. E ancora: sigle, slogan, disegni o solo macchie di vernice. Così nelle metropoli. Così a Milano. Problema vecchio al quale però, all’ombra della Madunina si cerca di dare una soluzione nuova.
Tutto in uno spot che suona anche come una sfida ai graffitari, soprattutto in vista dell’Expo: “Naviga lungo i Navigli di Leonardo e guardati attorno”. Su Youtube il video delle brutture che imbruttiscono le facciate dei negozi, dei palazzi, lungo la famosa via dell’acqua milanese. L’iniziativa è dell’associazione anti-graffiti che ha incassato il patrocinio del ministero dei Beni Culturali. Cos’è? E’ presto detto: domenica scenderà sul Naviglio Pavese un esercito di volontari “armati” di pennelli e spazzole per l’operazione-pulizia. Si replica a ottobre (tra il 6 e il 20). Problema vecchio, solita polemica politica. Il dilemma è: tolleranza zero o no? Se l’ex vicesindaco De Corato (FdI) chiede alla giunta Pisapia di “non essere ambigua ma di condannare chi deturpa la città”, dal Pd rispondono che la giunta Moratti “ha speso 35 milioni per cancellare i graffiti” ma a vuoto. La ricetta dem è: interventi coordinati di riqualificazione. Cioè: spazi pubblici, campagne di sensibilizzazione e investimenti nelle zone periferiche. Chi vincerà?
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...