Milano: l'estate finisce con tuffo nella cultura

25 agosto 2014 ore 12:42, Vanessa Dal Cero
Finite le vacanze estive, Milano ricomincia con un tuffo… nella cultura. A Palazzo Reale, una delle più prestigiose sedi espositive della città, dal 17 settembre si aprirà la più grande retrospettiva mai dedicata in Italia a Marc Chagall.
Milano: l'estate finisce con tuffo nella cultura
Oltre 200 opere, in prevalenza dipinti a partire dal 1908 fino al 1985, tracciano l’arte del pittore e i luoghi della sua vita, la Russia, la Francia e l’America, disegnando così un percorso espositivo dove cultura ebraica e tradizione russa si mescolano tra loro, fino all'incontro con la pittura francese delle avanguardie, come il cubismo e il fauvismo. Sarà possibile ammirare, tra le tante, anche opere inedite e capolavori provenienti dai maggiori musei del mondo, quali il MoMa, il Metropolitan Museum di New York, la National Gallery di Washington, il Museo Nazionale Russo di S. Pietroburgo e il Centre Pompidou. In contemporanea e a completamento della retrospettiva di Palazzo Reale, dal 17 settembre al Museo Diocesano verranno esposti 60 lavori dell’artista, tra dipinti, gouaches, acqueforti, sculture e ceramiche, tutti ispirati a temi biblici che rispecchiano la cultura ebraica dell’artista.
Milano: l'estate finisce con tuffo nella cultura
Sempre a palazzo Reale, dal 18 settembre “ritorna” dall’Engadina alla sua città di adozione il Segantini, uno dei più grandi pittori europei di fine Ottocento. La mostra raccoglie oltre 120 opere da importanti musei e collezioni europee e statunitensi. Ritratti, nature morte, vita agreste e paesaggi di montagna tracciano un intenso percorso espositivo che ripercorre l’evoluzione artistica del pittore divisionista, dagli esordi milanesi fino alle amate Alpi svizzere, principali protagoniste della sua opera pittorica. Con il Segantini, allora, si ritorna tutti un po’ in montagna.
caricamento in corso...
caricamento in corso...