Province, Maroni lancia la “crociata” leghista contro il renziano Delrio

25 febbraio 2014 ore 17:11, intelligo
Province, Maroni lancia la “crociata” leghista contro il renziano Delrio
Potrebbe essere il capofila dei governatori anti-Delrio. Roberto Maroni dal Pirellone lancia il guanto di sfida a Palazzo Chigi di quella che annuncia come una battaglia contro l’abolizione delle Province. Il motto è: il ddl Delrio non deve essere approvato.
Si tratta del disegno di legge sul quale proprio ieri nel suo discorso al Senato, Renzi ha chiesto i voti di Forza Italia e M5S. Per Maroni il testo “crea caos istituzionale e aumento dei costi. Serve una riforma costituzionale e il dibattito in Consiglio è molto importante, perchè la Regione Lombardia può avere un ruolo fondamentale, quello di formulare una proposta che tutte le Regioni dovranno sottoporre al Parlamento”. Sta qui l’idea del governatore lombardo: una class action con i presidenti delle altre Regioni. La mission: stracciare il ddl dell’ex ministro per i Rapporti con le Regioni oggi sottosegretario alla presidenza del Consiglio e farlo scrivere agli enti di primo livello. La Lombardia “sarà apripista, ma io voglio coinvolgere tutti i colleghi presidenti di Regione. Il sistema delle Regioni deve formulare una sua proposta unitaria di riforma della Costituzione. Ho già parlato con il governatore della Toscana, nei prossimi giorni voglio parlare con Errani e tutti gli altri. Voglio che sia il sistema delle Regioni a formulare una proposta di riforma costituzionale da inviare al Parlamento”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...