Sgarbi sui cactus gonfiabili in piazza Duomo: "Puttanate, boicottiamola in questi mesi"

26 giugno 2017 ore 16:37, Andrea Barcariol
Dopo le palme, in piazza Duomo a Milano arriva il 'Bosco digitale', formato da una serie di cactus gonfiabili alti 9 metri. Come riportato dall'agenzia Vista "l'installazione è stata ideata dall'architetto Italo Rota per la Class Digital experience week, una rassegna di appuntamenti dedicati a innovazione e nuove tecnologie promossa da Class editore". Sull'argomento IntelligoNews ha intervistato Vittorio Sgarbi, che aveva criticato aspramente la scelta di piantare delle palme in piazza Duomo ("Fa ridere i polli che una città del Nord, con un capolavoro gotico, debba prendere una tipologia di piante che va bene da Palermo in giù e cioè verso l'Africa").

Sgarbi sui cactus gonfiabili in piazza Duomo: 'Puttanate, boicottiamola in questi mesi'
Cosa ne pensa di questa installazioni con i cactus gonfiabili?


"Non so se è un allestimento da parco estivo al mare realizzato per fare lo spiritoso. La mia critica è aprioristica, sarà un'iniziativa temporanea, quindi è sufficiente non andare in piazza del Duomo per questi mesi fino a che il Comune non toglierà questa roba. Essendo cactus gonfiabili immagino che servano a far ridere i polli, il Comune credo che avrà concesso solo il patrocinio, quindi anche se non si tratta di uno spreco è un'iniziativa ridicola".

Cosa ne pensa di questa installazioni con i cactus gonfiabili?

"A Rota piacciono le cose da bambino, ad effetto, poi quando viene da me è anche ossequioso. Queste cose vanno bene per le cabine al mare".

Iniziative di questo tipo come nascono?


"Non si riesce a capire che nulla è meglio di un rigore rispettoso delle cose che ci sono, come ad esempio piazza Duomo che va lasciata così. Invece si pensa di usarla come campo di esercizio per puttanate bamboleggianti. Non sono persone improvvisate, hanno vinto diversi concorsi, anche quello per fare il Museo del Novecento, sono personaggi stimati. Se uno va a Napoli a vedere la Villa Comunale c'è la più brutta recinzione del mondo con le supposte al posto dell'illuminazione, fatta da un nome importantissimo. Esiste un gruppo di cazzeggianti che sono diventati famosi. C'è chi ha fatto Don Giovanni alla Scala con i protagonisti in bikini e costumi da bagno, è mancanza non dico di rispetto, ma di un minimo di rigore. Io per esempio ho portato in piazza del Duomo (nel 2007 ndr) un'opera d'avanguardia di Gino de Dominicis la 'calamita cosmica', un grande scheletro di 34 metri che dialogava con le guglie. Credo che fosse un dialogo efficace, c'era un nesso, tu puoi anche fare una cosa provocatoria, ma i cactus gonfiabili li metti perché tanto sai che tutto è permesso".

#sgarbi #piazzaduomo #cactus
caricamento in corso...
caricamento in corso...