L'onda di Francesco: la Bocconi cerca studenti nelle periferie milanesi

26 settembre 2013 ore 10:49, intelligo
L'onda di Francesco: la Bocconi cerca studenti nelle periferie milanesi
di Andrea De Angelis "L'idea è quella di andare nelle scuole di periferia a cercare ragazzi di famiglie con situazioni economiche e sociali difficili, immigrate ma non solo. Famiglie che non si sognerebbero neanche lontanamente di poter mandare i propri figli alla Bocconi, anche se hanno del potenziale". Così il rettore della Bocconi di Milano, Andrea Sironi, intervistato da La Repubblica, ha presentato il progetto "Una scelta possibile". Un modo secondo il successore di Mario Monti alla nota Università milanese per permettere ai meno abbienti di iniziare un percorso di studi che potrà cambiare la loro vita. I requisiti? Un parametro Isee basso, un'intelligenza superiore alla media e la volontà di compiere un ciclo universitario con il massimo impegno. La Bocconi, come sottolineato da Sironi, vuole togliersi l'odiosa etichetta di "Università per ricchi", e questa iniziativa intende perseguire anche questo obiettivo. Quest'anno i giovani inseriti nel progetto sono tre, ma l'intenzione è di aumentare sensibilmente il numero già dalla prossima stagione. Ogni studente costerà alla Bocconi, nel corso dei tre anni universitari, circa 70.000€, calcolando vitto, alloggio, tasse e borsa di studio per l'acquisto di libri e computer. Un'iniziativa che ha avuto il placet anche di Mario Monti, ex rettore ed ora presidente dell'Ateneo. "Ci piace pensare alla Bocconi come ad un ascensore sociale, e per noi il presidente Monti è una grande figura di prestigio di caratura internazionale", ha sottolineato Sironi.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...