Milano si tinge di romanticismo. Spose ispirate da Si Sposaitalia Collezioni

27 giugno 2013 ore 9:57, Vanessa Dal Cero

Milano si tinge di romanticismo. Spose ispirate da Si Sposaitalia Collezioni
Milano torna a tingersi di bianco romanticismo.

A Fieramilanocity, nel periodo più caldo di sposalizi (dal 21 al 24 di giugno), va in scena l’evento più atteso dell’anno per buyers e operatori del settore: Sì Sposaitalia Collezioni. Uno spettacolo interamente dedicato al mondo del matrimonio, con una vetrina di oltre 16000 metri quadrati di esposizione per sbirciare in anticipo le tendenze del prossimo anno.

Protagonista assoluto è l’abito da sposa, con marchi storici italiani -quali Tosca spose, Nicole e Valentini – con novità raffinate provenienti da diverse parti del mondo –come il brand coreano Yi Ju, lo spagnolo Raimon Bundò e il norvegese Sadoni- e con nuove collezioni made in Italy tra cui spicca Acquachiara Collection (esclusivo atelier milanese). Si affiancano ai vestiti da donna una vasta scelta di proposte per lo sposo, gli invitati, paggetti e damigelle, nonché gli immancabili e sempre più ricercati accessori quali scarpe, gioielli, intimo e headpieces. All’interno dei padiglioni, tra uno stand e l’altro, la maggiore attenzione è suscitata dal contenitore attivo allestito per le sfilate, interamente rinnovato con maxi schermi che proiettano sofisticati video lungo la passerella. La prima ad aprire le danze è Giovanna Sbiroli, presentando una sposa dinamica, romantica ma determinata. Giuseppe Papini disegna una donna dalla forte femminilità, vestita con leggeri abiti di pizzo. Lusan Mandongus, una delle novità di quest’anno, decora con dettagli unici modelli dal sapore vintage. Amelia Casablanca non si smentisce e - con volumi, piume e cristalli - veste principesse d’altri tempi. Toi Spose dedica la collezione per il 2014 a Venezia, con abiti dalle raffinate tecniche artigianali. Cleofe Finati by Archetipo è l’unico marchio a portare lo sposo in passerella: tinte unite si alternano a motivi geometrici, stampati in tessuti riciclati o di origine biologica. Sfilata regina è quella di David Fielden, come ogni anno sceglie Si Sposaitalia Collezioni per presentare i suoi nuovi modelli: proposte originali e assolutamente poco tradizionali ispirate all’arte e alla musica. Le spose del 2014 sceglieranno dunque la semplicità e la classicità con vestiti di pizzo incorniciati dall’immancabile velo; arricchiranno gli essenziali abiti con accessori particolarmente ricercati come cappelli, cerchietti di piume o velette, scarpe gioiello e coprispalle importanti. Milano dice arrivederci al prossimo appuntamento con lo stile, aspettando l’esposizione leader nel settore bridal l’anno prossimo.
caricamento in corso...
caricamento in corso...