Il perfetto uomo milanese. Ecco come veste d'autunno

27 ottobre 2014 ore 13:58, Vanessa Dal Cero
Un uomo milanese sa che lo stile e l’eleganza nella sua città sono sempre apprezzati e che nella capitale della moda il vestito giusto in ogni circostanza fa guadagnare un gradino di partenza più alto nella scalata verso il successo. Sentendosi impeccabili nella forma si guadagna in autostima, coraggio e sprint; quindi sapersi vestire - soprattutto in alcuni ambienti dove giacca-camicia- cravatta sono un obbligo tacito - può essere una marcia in più verso la realizzazione nel lavoro. Allora vediamo cosa non deve mancare nel guardaroba autunnale formale del tipico lavoratore milanese.

Il perfetto uomo milanese. Ecco come veste d'autunno

L’abito grigio è sempre quello preferito per le occasioni di lavoro più importanti: è un ottima via di mezzo tra il serale nero e il blu da tutti i giorni, è una nuance simbolo di equilibrio (tra bianco e nero). I tessuti guardano sempre alla tradizione e vedremo negli armadi abiti grigi in tweed grezzo, a spina di pesce, in principe di galles. Il grey può anche essere total look: abiti, camicie, golf, cappotti e accessori, magari meglio se in tonalità diverse per dare più profondità e dinamismo.

Anche il gessato non passa mai di moda: le micro o macro righe, che attraversano come segni di gessetto la lana dei completi da uomo, continuano a piacere anche ai moderni uomini d'affari. Il gessato, che riporta alla memoria i modelli hollywoodiani di stile degli anni ’30, ha eliminato il gilet e colorato la giacca due bottoni e il pantalone: se una volta infatti il gessato era solo bianco su nero o grigio scuro, ora possiamo trovare gessati azzurri su lana blu e righe beige su completi marroni.

Il perfetto uomo milanese. Ecco come veste d'autunno
Il perfetto uomo milanese. Ecco come veste d'autunno

L’abito english style invece non definisce un colore in particolare ma bensì un mood dal gusto ironico, intellettuale e con qualche vezzo in più. Il risultato di questo ricercato stile seduce con abiti dai tessuti morbidi e con accessori mai banali: papillon di velluto, cardigan e gilet chiusi con bottoni, scarpe stringate o scarponcini con suola spessa, cappelli di feltro. Un perfetto look per uno stile dandy da sfoggiare in qualche particolare occasione di lavoro; magari consigliato più ad artisti, architetti, intellettuali, che ad avvocati o business men.

Il completo moderno spezzato richiede più precisione e attenzione negli accostamenti. Tra i fanatici del modern look vedremo giacche a quadrettini finestrati, in principe di galles, o a pied-de-poule, abbinate a pantaloni stretti con risvolto alla caviglia - di solito tinta unita - e camicie che riprendano il colore più chiaro delle linee presenti sulla giacca.

Col passaggio dalla bella stagione all’inverno il guardaroba cambia e i colori pastello, o comunque più chiari e vivaci della primavera, cedono il posto ai completi scuri, ma tra questi due estremi ben si colloca per la stagione autunnale il color cammello. Rispecchia il colore in cui la natura evolve ed è simbolo di lusso autentico; è una nuance un po’ rètro che rivive una nuova moda tra le passerelle, dando un fascino signorile al guardaroba.

Se gli abbinamenti non sono il vostro forte e preferite rimanere eleganti ma senza troppo apparire, l’abito che fa per voi sul posto di lavoro è il classico completo blu di lana, con abbinata camicia in twill tinta unita bianca o azzurra e cravatta jacquard.
caricamento in corso...
caricamento in corso...