Expo 2015: quali sono i padiglioni più visitati? Ecco il podio

28 agosto 2015, Micaela Del Monte
Expo 2015: quali sono i padiglioni più visitati? Ecco il podio
Continuano ad arrivare dati rilevanti dal punto di vista dei numeri di visitatori dell'Expo di Milano e a quattro mesi dalla sua apertura si possono tirare le somme anche per quanto riguarda la top10 dei padiglioni più visitati, ovviamente non senza qualche colpo di scena.

Sul podio infatti figurano Paesi "scontati" e vere e proprie sorprese.

Al primo posto si trova il padiglione statunitense, quello a stelle e strisce infatti è il più visitato in questa prima fase con 2 milioni e 850 mila visitatori. A coadiuvare questo afflusso al padiglione degli Usa sono anche le dimensioni dell'area che lo ospita, è raro quindi che si formi coda. Inoltre la visita non comporta un percorso preciso, né situazioni che impongono un numero limitato di persone come succede ad esempio con il padiglione israeliano o quello svizzero. 

Al padiglione statunitense segue, un po' a sorpresa, quello dell'Oman e del Qatar che hanno superato i 2 milioni. 

Appena un gradino sotto, il che non gli permette di salire sul podio, c'è il padiglione della Russia che dovrebbe annunciare il duemilionesimo visitatore proprio nel fine settimana.

Ma è chiaro quindi che se certe nazioni non sono ancora arrivate al traguardo del milione di visitatori (malgrado le file o il gradimento) è anche a causa di diversi motivi logistici. Emirati Arabi, Kuwait, Slovenia, Kazakistan, Colombia e lo stesso Palazzo Italia, sono alcuni esempi di illustri assenti dal club dei milionari nonostante i vistosi affollamenti ai loro ingressi. 

Hanno invece già superato il milione di visite, in ordine rigorosamente alfabetico: Angola, Austria, Azerbaigian, Brasile, Cina, Corea, Francia, Germania, Giappone, Indonesia, Israele, Malesia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Russia, Spagna, Svizzera, Thailandia.

A far parlare però sono le modalità di conteggio, che variano anche da padiglione a padiglione (si va ad esempio dai quaderni annotati a mano della Colombia ai sensori elettronici dell’Azerbaigian), e per questo sono stati reputati poco attendibili i dati presentati: "Il nostro conteggio avviene sia manualmente, in ingresso e uscita, che elettronicamente, per comparazione" così si sono difesi gli americani, mentre il Sultanato dell’Oman ha dichiarato: "Ogni addetto alla sicurezza alle entrate e alle uscite ha un contatore".


caricamento in corso...
caricamento in corso...