Milano blindata, non è colpa del terrorismo ma dello smog. E Galletti convoca i sindaci

28 dicembre 2015 ore 11:20, Micaela Del Monte
I livelli di Pm10, le pericolose polveri sottili che hanno fatto scattare l’allarme negli scorsi giorni, a Milano restano sopra il valore limite di 50 microgrammi al metro cubo. E il bel tempo non aiuta. Per le vie del capoluogo lombardo, ma anche in provincia, l'aria è diventata quasi irrespirabile e l'odore acre e bruciato dello smog è ben definito. Secondo i dati dall'Azienda Regionale per la protezione dell'ambiente, le centraline hanno registrato i 60 microgrammi nella centrale via Senato, i 58 nella zona di via Pascal e i 57 in quella del Verziere. Nella provincia il dato più alto è ad Arese con 73 microgrammi al metro cubo. Nel resto della Regione il picco è a Meda (Monza e Brianza), con 74, mentre anche nella zona parco di Monza si arriva ai 60. Valore oltre il limite anche a Como (65) e in zone collinari come Merate (Lecco) con 66 microgrammi.

Milano blindata, non è colpa del terrorismo ma dello smog. E Galletti convoca i sindaci
Insomma, le vacanze con il traffico diminuito grazie a uffici, scuole e negozi chiusi sono servite a ben poco e Milano continua a boccheggiare mentre le istituzioni hanno imposto il blocco totale per i prossimi tre giorni con le auto che non potranno circolare dalle 10 alle 16 da oggi, lunedì 28, a mercoledì 30 dicembre. Potranno circolare soltanto le auto elettriche, i taxi e i mezzi del car sharing. In ogni caso non si potranno superare i 30 chilometri orari. Chi non rispetterà il blocco rischia multe che possono arrivare fino a 660 euro.

Il blocco non riguarderà soltanto Milano, ma anche Pavia e 12 Comuni dell’hinterland:
– Corsico
– Buccinasco
– Cesano Boscone
– Bresso
– Cinisello Balsamo
– Cormano
– Paderno Dugnano
– Cusano Milanino
– Sesto San Giovanni
– Cernusco sul Naviglio
– Settimo Milanese.
A Rho lo stop sarà solo martedì e mercoledì. Bergamo ha invece preferito limitarsi alle targhe alterne.
Prorogata fino al primo gennaio la possibilità di utilizzare un solo biglietto dell’Atm per viaggiare sui mezzi pubblici tutto il giorno, metropolitana compresa. Il car sharing elettrico di Sharen’go consentirà l’iscrizione degli utenti a 1 euro nei tre giorni di blocco (anziché 10 euro), mentre i supermercati del gruppo “il Gigante” cambiano gli orari di apertura: i punti vendita di via Ornato a Milano e dei centri commerciali Il Vulcano a Sesto San Giovanni e La Fontana a Cinisello Balsamo, nei tre giorni di blocco anticiperanno l’apertura alle 8 e posticiperanno la chiusura alle 23.

Intanto il governo, attraverso il ministro dell'ambiente Galletti, ha deciso ieri di convocare (per il 30) sindaci e governatori. Di cui ha criticato le decisioni "in ordine sparso": "L'emergenza smog che si sta verificando in molte grandi città italiane - ha spiegato - può durare ancora molto e ripresentarsi in futuro in modo sempre più frequente, visto gli effetti che i cambiamenti climatici stanno determinando in ogni parte del mondo: per questo la nostra risposta deve essere coordinata e 'di sistema', non in ordine sparso".
caricamento in corso...
caricamento in corso...