Domenica 1 marzo, cosa fare a Milano? Gli eventi

28 febbraio 2015 ore 2:23, Andrea De Angelis
Cielo sereno o poco nuvoloso in questo primo giorno di marzo per Milano. Appare remota dunque la possibilità di pioggia, anche se qualche goccia potrebbe arrivare intorno all'ora di pranzo. Le temperature saranno in perfetta media stagionale tra i 5 e i 12 gradi.   

Domenica 1 marzo, cosa fare a Milano? Gli eventi

 

Come ogni prima domenica del mese è previsto l’accesso gratuito a monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato. Il numero dei siti in cui recarsi è davvero importante. Clicca qui per vedere l’elenco completo.

Proseguiamo poi con la settimana della moda. 

Fino a domani Milano torna infatti ad essere la capitale della moda. Sono numerosi gli eventi gratuiti previsti per la giornata di oggi, tra i quali abbiamo deciso di segnalarvi la mostra "Fashion Remake". I protagonisti saranno sei giovani fashion designers per un progetto che intende promuove i concetti di riciclo e sostenibilità, temi centrali di Expo Milano 2015. Ingresso dalle 10:00 alle 20:00.

Da non perdere la festa di Emergency. 

Musica, divertimento e solidarietà faranno capolino al Bloom di Bezzago, in via Curiel 39. Si inizierà alle 15:30 con un giocoso laboratorio per i bambini al quale seguirà la merenda per tutti! Dalle 17:00 il concerto di Sara Velardo, quindi le letture di pace con la musica del gruppo Maqroll. A chiudere aperitivo (intorno alle 19:00) con musica dal vivo della CarmenSita band.  Spazio adesso a uno dei nomi più noti della storia dell’arte. La mostra allestita presso Palazzo Reale intende infatti rendere omaggio a uno dei più grandi protagonisti della storia dell’arte italiana, colui il quale, come riconosceva già Cennino Cennini alla fine del Trecento, “rimutò l’arte del dipingere di greco in latino e ridusse al moderno”. Spetta proprio a Giotto il superamento della bidimensionalità e della ieraticità bizantine grazie all’approdo alla resa dello spazio e della massa corporea e alla caratterizzazione fisionomica dei suoi personaggi, aspetti, questi, che preludono alle soluzioni della pittura del Rinascimento. La mostra su Giotto a Milano analizza le tappe di quello che a tutti gli effetti si può considerare il padre della pittura moderna, seguendo l’evoluzione del suo linguaggio e della sua pittura che maturarono durante i soggiorni compiuti a Roma, Assisi, Bologna, Firenze, Rimini, Padova e, da ultima Milano. Ingresso dalle 09:30 alle 19:30. Proseguiamo con un appuntamento dedicato a chi prende ogni giorno la metropolitana: avevate mai immaginato una mostra a lei dedicata? La Fondazione Franco Albini presenta nella sede di via Telesio 13 “Alla scoperta della Rossa”, una mostra dedicata alla metropolitana. Con la curatela dell’architetto Giovanni Luca Minici insieme alla Fondazione Albini, un originale allestimento di Marco Marzini accompagnerà i visitatori attraverso documenti d’archivio, con tavole originali e luoghi di lavoro che narrano lo spirito di un epoca dell’architettura italiana all’avanguardia nel mondo. Scoprendo oggetti, curiosità e filmati tratti dalle pellicole girate in Metro, la mostra proseguirà fino a Expo Milano 2015 e sarà integrata alle visite guidate solo su prenotazione. Per maggiori informazioni scrivere a “fondazionefrancoalbini@gmail.com” o chiamare il numero 02 49 82 378. Volgiamo ora la nostra attenzione ai più piccoli. La mostra-gioco di MUBA “Energia” è dedicata ai bambini dai 6 anni ai 12 anni. Un percorso studiato ad hoc per i più piccoli, pensato insieme agli ingegneri dell’operatore energetico, per far vivere loro un’esperienza ludico-educativa che è innovativa nell’approccio ai temi scientifici. I bambini saranno infatti accompagnati nella scoperta dell’energia elettrica grazie a installazioni di grande impatto che renderanno la scienza divertente e coinvolgente. Sperimenteranno in prima persona, dal vivo, le cinque installazioni progettate per loro: “Tu sei energia”; “Centrale idroelettrica”; “Circuito elettrico”; “Fonti sotterranee”; “Elettricità”. La mostra è situata in via E.Besana 12, con ingressi alle ore 10:00, 11:30, 14:00, 15.45 e 17.30. Il biglietto costa 8 euro per i bambini e 6 euro per gli adulti.  Chi si è mai interrogato sul rapporto tra scienza e cibo? Al Museo di Storia Naturale di Milano la mostra “Food. La scienza dai semi al piatto”, a cura di Dario Bressanini, affronta il tema del cibo in maniera scientifica, dall’origine degli alimenti fino alla loro comparsa sulle nostre tavole. In sinergia con il tema di Expo 2015, il passato e il futuro del cibo si incontreranno in un percorso interattivo fatto di scienza e piacere, natura e di cultura, tecnologia e tradizioni. Verrà svelata l’origine e la trasformazione nel tempo dei principali alimenti, le caratteristiche nutrizionali, le proprietà chimiche e le modalità più appropriate per la loro coltivazione, lavorazione e preparazione. Per maggiori informazioni su tipologie di visita, costi e orario clicca qui. Concludiamo con un evento gratuito. In vista dell'Expo la Regione Lombardia apre le porte del suo palazzo nella città di Milano. Tutte le domeniche, nella sede in Piazza Città di Lombardiadalle 10:00 alle 18:00 si potrà entrare in maniera del tutto gratuita, senza prenotazione, e salire fino al Belvedere del 39° piano per ammirare la città vestita a festa con i colori della rassegna internazionale.
caricamento in corso...
caricamento in corso...