Blitz della Digos contro i No Expo, è l'ora di azioni preventive

29 aprile 2015, intelligo
Blitz della Digos contro i No Expo, è l'ora di azioni preventive
Prima le azioni di un gruppo di antagonisti contro sedi dell’estrema destra alla vigilia dei 40 anni dall’omicidio del giovane militante del Fronte della Gioventù Sergio Ramelli, fatto fuori dagli extraparlamentari di sinistra di Avanguardia operaia. 

E dal 1975 al 2015 gli animi sono ancora accesi. 

Ora, all’alba, il blitz della Digos in via degli Apuli e in un locale del quartiere Giambellino alla caccia dei responsabili , individuati come appartenenti ai movimenti più radicali dell’area anarchica. 


Gli investigatori avrebbero trovato 26 persone nei due alloggi e nella sede della 'Base di solidarietà popolare Giambellino', ma non solo italiani: c'erano anche 16 francesi e 4 tedeschi. Intanto 20 martelletti per spaccare vetrine, 3 caschi, maschere anti-lacrimogeni, bastoni, fionde, punteruoli, petardi, fumogeni sono stati sequestrati.

Ma non è, l'unica azione portata avanti dalle forze dell'ordine: sono in corso nuove operazioni in altri appartamenti co l'identificazione di altri giovani, tutto nell'ambito di interventi preventivi sulla sicurezza e l'ordine pubblico temuti anche dagli stessi gruppi antagonisti e No Expo che si erano detti preoccupati per "attività repressive". 

"Se combineranno qualcosa sapremo chi sono e di che cosa fanno parte", ha invece commentato un poliziotto presente, ieri matttina, nel quartiere Giambellino. Molti agenti in assetto antisommossa hanno protetto le operazioni e gli accertamenti dai manifestanti, che si sono tenuti a distanza. 

(m.m.)

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...