Domenica 31 gennaio, cosa fare a Milano? Gli eventi

29 gennaio 2016 ore 15:18, Andrea De Angelis
Cielo sereno o poco nuvoloso in questa ultima settimana di gennaio che presenta temperature ben al di sopra della media stagionale. Il termometro sarà infatti compreso tra i 7 e i 12 gradi. Non sono previste precipitazioni.

Iniziamo con un appuntamento musicale davvero particolare!

Il 30 e 31 gennaio musica e cultura digitale si incontrano ai Better Days Festival a Milano. La due giorni coniuga talk, concerti e workshop di robotica e musica elettronica.
L’evento si svolge alla Santeria in viale Toscana 31 dalle 09.00 alle 04.00. L’ingresso è gratuito fino alle 19:00 mentre dalle 21:30 il biglietto costerà 10 euro. Sul palco, tra gli altri, i Code9, Aucan, Mo Kolous e Go Dugongi.

Proseguiamo con un teatro pensato per i bambini!

Riprende questa domenica la rassegna di teatro per i più piccoli nel Teatro del Parco Trotter di Milano. L'appuntamento sarà con "Il regno di golosonia", uno spettacolo dalla durata di 45 minuti. Protagonisti Chiara Anicito, Felice Ferrara, Helga Micari, regia di Chiara Anicito, Helga Micari, Felice Ferrara. L'appuntamento è alle ore 16:00 in via Giacosa 46.

Le Barbie sono protagoniste nel capoluogo lombardo!

Barbie in mostra al Museo delle Culture di Milano con “The icon”. Non solo una bambola,ma una vera e propria icona che ha attraversato la storia e che si mostra in cinque sezioni nell’esposizione curata da Massimiliano Capella. L'esposizione, visitabile fino al 13 marzo, è aperta dalle 09:30 alle 17:30. Biglietti interi al costo di 10 euro, ridotti a 8 euro. 

Domenica 31 gennaio, cosa fare a Milano? Gli eventi
Appuntamento speciale con il mercatino dell'antiquariato!

Torna anche nel 2016 l’appuntamento con il Mercatone dell’Antiquariato sul Naviglio Grande di Milano: un fitto calendario di appuntamenti con il vintage di qualità.
A partire da oggi, 31 gennaio, e ogni ultima domenica del mese, sulle sponde del canale  si danno appuntamento centinaia di espositori per dare vita a un grande mercato specializzato che occupa il tratto tra viale Gorizia e il ponte di via Valenza. 

Mostra da non perdere al Wow spazio fumetto!

Romano Scarpa, uno dei più grandi artisti italiani della Disney, grazie alla collezione di Marco Castelletta e all'archivio della Fondazione Franco Fossati mostra per la prima volta più di centocinquanta tavole originali oltre a schizzi, bozzetti e altro materiale inedito. Un'occasione per rivivere le storie che sulle pagine di Topolino hanno fatto sognare migliaia di lettori, non a caso la mostra è realizzata in collaborazione con il settimanale Topolino. C'è tempo fino al 13 marzo, i biglietti interi a 5 euro, ridotti a 3 euro. L'ingresso la domenica è dalle 15:00 alle 20:00.

Bell'appuntamento a teatro con Filippo Timi!

Fino al 24 febbraio per la regia di Andrée Ruth Shammah andrà in scena al Franco Parenti (via Pier Lombardo, 14) la tragedia "Casa di bambola". Nel cast oltre a Filippo Timi e Marina Rocco anche Mariella Valentini, Andrea Soffiantini, Marco De Bella, Angelica Gavinelli, Elena Orsini e Paola Senatore. L'inizio è previsto per le 15:30.

Mostra d'arte davvero suggestiva grazie ad una nota famiglia di collezionisti.

Al Museo Poldi Pezzoli si “ricompone” la Casa dei coniugi Giacomo e Ida Jucker, grandi collezionisti dell’arte del secondo Ottocento, grazie alla mostra 'L’incanto dei Macchiaioli' allestita presso la Casa-Museo fino al 29 febbraio 2016. La suggestiva ricostruzione degli interni è stata curata dal designer Nuor Abi Saab.

Concludiamo con un evento per i più piccoli e le famiglie

Il Museo Bagatti Valsecchi è un luogo particolarmente adatto al turismo familiare ed è sempre lieto di accogliere le famiglie tra i propri visitatori; per questo si adopera perché grandi e piccini possano avere gli strumenti più adatti per godere al meglio della loro visita.
Il Museo, inoltre, esercita grande fascino e curiosità nei bambini: è una casa e per questo risulta famigliare, ma al tempo stesso è grande e ricca di oggetti strani e misteriosi, che fanno pensare ai castelli delle fiabe, alle principesse, ai cavalieri o al passato meno lontano, ma così diverso dalla vita di oggi, in cui vivevano i bisnonni dei bisnonni. Clicca qui per visitare il sito del Museo. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...