Maxisequestro di prodotti dannosi "made in China"

29 maggio 2013 ore 12:16, intelligo
di Micaela Del Monte
Maxisequestro di prodotti dannosi 'made in China'
Duro colpo per il “made in China”. Quindici milioni di prodotti pericolosi per la salute sono stati sequestrati a Milano dopo 48 ore ininterrotte di lavoro. Cento magazzini per 41 chilometri di scaffali sono stati messi al setaccio dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza milanese che ha fatto letteralmente “Terra Bruciata” (questo il nome dell'operazione) in un intero quartiere commerciale. I magazzini, ognuno alto dieci metri, costituivano un luogo di stoccaggio della merce che veniva poi distribuita in tutto il territorio nazionale. Giocattoli, bigiotteria, casalinghi ed elettronica, questi i prodotti sequestrati per le condizioni di scarsa sicurezza, affidabilità e cura con cui erano confezionati e conservati. Il blitz è scattato sabato notte in seguito a complesse indagini condotte dalle Fiamme Gialle sulla base di pedinamenti che hanno condotto ad un'area industriale semi-abbandonata nei pressi di Lacchiarella. Sono quattro le persone segnalate alla Procura della Repubblica di Milano per violazioni amministrative previste dal Codice del Consumo e per reati di “immissione nel mercato di prodotti pericolosi” e “vendita di prodotti industriali con segni mendaci”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...