Milano si tinge di "bianco-LED" per l'EXPO

03 aprile 2015, Vanessa Dal Cero
Garantire cibo sano e sicuro per tutti i popoli nel rispetto del pianeta Terra e dei suoi equilibri: è questa la grande sfida di EXPO e di Milano, che tra poche settimane sarà teatro dell’esposizione mondiale.

Ma per la città e l’Italia intera il tema della sostenibilità alimentare e ambientale è legato anche a quello dell’efficienza e del risparmio energetico, che soddisfi nei prossimi anni le generazioni future assicurando benefici sia economici che ambientali. 
Milano si tinge di 'bianco-LED' per l'EXPO

Così Milano, oltre ad investire direttamente nella sostituzione del “parco luci” cittadino con lampadine a LED, è diventata la città italiana - insieme a Roma – con il maggior numero di imprese che investono sull'efficienza energetica. Sarebbero, secondo uno studio condotto da Avvenia, oltre 20 mila le imprese "bianche" nel capoluogo lombardo, perché è la white economy la nuova frontiera di sviluppo del nostro Paese, da sempre bisognoso di approvvigionamento energetico. Se l’energia non la produci quantomeno impara a risparmiarla, imparando e diffondendo sempre più una seria cultura dell’efficienza energetica nella aziende italiane. 

Di certo l’ora legale non basta per garantire un sufficiente risparmio energetico: secondo alcuni studi internazionali sembrerebbe che, per colpa del maggiore utilizzo dei condizionatori, spostare le lancette dell’orologio risulterebbe addirittura inutile, se non dannoso. 

Così, se le imprese sono chiamate a diventare sempre più bianche, anche noi cittadini possiamo essere un po' energy manager in casa nostra: scollegando dalla prese le spine degli elettrodomestici o lavando il bucato a temperature più basse. Magari in attesa, visto il crescente sviluppo del settore, di trovare davvero un white job.
caricamento in corso...
caricamento in corso...