Immigrati, Maroni sbeffeggia Alfano: in Lombardia non passa lo straniero

03 giugno 2015, Micaela Del Monte
Immigrati, Maroni sbeffeggia Alfano: in Lombardia non passa lo straniero
Il ministro dell'Interno Angelino Alfano non è sembrato affatto contento dell'esito delle elezioni in nord Italia e per ripicca ha invitato Veneto e Lombardia a "riempirsi" di immigrati. Una mossa contro i governatori Luca Zaia e Roberto Maroni che al nord non è stata affatto apprezzata. 

Nella circolare trasmessa dal Viminale, come riportato dal Corriere della Sera, Alfano ha infatti chiesto uno sforzo maggiore propio al Settentrione. Una sfida aperta al Veneto e alla Lombardia in particolare i cui governatori Zaia e Maroni hanno sempre respinto le richieste di alloggiare i profughi.

La risposta di Maroni non è tardata ad arrivare a margine dell'Assemblea dell'Unione degli Industriali della Provincia di Varese: "Qualcuno a Roma ha detto: al Nord devono andare" un numero maggiore di profughi. 

"Io non sono per nulla d'accordo, abbiamo già avuto un carico eccessivo. La Lombardia e il Veneto non sono disponibili a riceverne ancora. Respingo al mittente questo ultimatum del Governo. Siamo totalmente contrari" ha concluso Maroni mandando una frecciatina tutt'altro che velata al ministro dell'Interno Angelino Alfano.

Ma i centri del Viminale sono al collasso da diversi mesi e per questo Alfano sarebbe pronto a requisire al nord le strutture dove sistemare i clandestini che adesso sono alloggiati nei principali centri di prima accoglienza del sud anche se da Zaia e Maroni è già arrivato un "no" secco.
caricamento in corso...
caricamento in corso...