Maxi blitz a Milano anti-migranti in Stazione. Ci sono proteste e polemiche

03 maggio 2017 ore 11:52, intelligo
Il 3 maggio è il giorno dopo il blitz delle forze dell'ordine alla Stazione Centrale di Milano contro il degrado e profughi, ed è il giorno delle polemiche e delle proteste. andiamo per ordine. Partiamo dalle polemiche politiche.
E' dem contro Salvini: "Strumentalizza il dolore o il lavoro altrui".  E' Onorio Rosati a parlare di "un'operazione dalla dubbia utilità ed evocativa di tristi vicende della storia", mentre per l'assessore comunale Pierfrancesco Majorino
Maxi blitz a Milano anti-migranti in Stazione. Ci sono proteste e polemiche
sarebbe meglio una "cultura degli interventi mirati, continuativi e condotti nel silenzio". Emanuele Fiano, capogruppo democratico in commissione affari costituzionali alla Camera, se la prende con Salvini "che non è nuovo a performance in cui strumentalizza o il dolore o il lavoro altrui con un selfie. Così fu in occasione degli attentati a Bruxelles facendosi fotografare sui luoghi degli atti terroristici ed ora lo fa con l'operato della polizia a Milano".
Il M5S approva l'operazione del questore e chiede "un presidio fisso delle forze dell'ordine" come fanno Forza Italia, Fratelli d'Italia e ovviamente la Lega. Di diversa opinione Sinistra x Milano che si chiede: "Dov'è finita la Milano che accoglie? Quanto successo oggi pomeriggio in stazione Centrale, dove un gruppo di migranti è stato accerchiato e perquisito dalle forze dell'ordine per il semplice fatto di essere lì, è lontano anni luce dalla Milano città aperta, accogliente e internazionale che abbiamo conosciuto negli ultimi anni".

PROTESTE - Decine di extracomunitari fermati e accompagnati in Questura dopo l'operazione che ha voluto compiere un "servizio straordinario di prevenzione e controllo" degli immigrati. La stampa lo chiama blitz però, e il giorno dopo - quasi scontata - scoppia la protesta di alcuni immigrati e cittadini italiani: “Avete dormito sotto i ponti di Los Angeles, in Europa, a Nizza gli italiani fanno i badanti. Non avete più giovani in Italia, sono tutti fuori perché non trovano più lavoro qui. Noi siamo venuti qui per trovare lavoro. Dovete rispettare l’immigrazione. L’immigrazione non è un crimine” è il grido di protesta riportato da stranierinitalia.it 

I DATI - La Fondazione Ismu ha presentato l'ultima indagine dell'Osservatorio Regionale per l'integrazione e la multietnicita' (Orim) dove si parla di  1,3 milioni di immigrati in Lombardia al 1 luglio 2016. Il 49,4% di donne e  quindi rispetto al 2002 un 10% in più. Si riscontra anche un aumento della disoccupazione: "Pur considerando occupato anche chi ha un lavoro irregolare o saltuario, gli immigrati che non hanno un impiego superano per la prima volta il 20% della popolazione straniera attiva, andando oltre il precedente record del 18,5% registrato nella prima indagine del 2001, mentre nel 2006-2007 l'incidenza era pari al 7%". 

#polizia  #blitz #polemiche
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...