Per l'Expo Milano taglia i Campus Estivi

30 marzo 2015, Vanessa Dal Cero

"Milano amica dei bambini" è sempre stato il motto del capoluogo lombardo.


Da anni, per aiutare le famiglie alle prese con la chiusura estiva delle scuole, il Comune ha sempre finanziato numerose iniziative, tra le quali centri estivi, case vacanze e campus. Questanno, però, di campus non se ne vede neanche lombra.

Per l'Expo Milano taglia i Campus Estivi


È questa la triste notizia per le famiglie milanesi, una quattordicesima estiva piena di tagli. Se, infatti, nei giorni scorsi il Comune ha comunicato l'apertura delle iscrizioni on line per Centri Estivi (scuole che rimangono aperte nei mesi di giugno e luglio con attività di svago, i compiti, gite, percorsi didattici) e Case Vacanze (due settimane di vacanza al mare, lago o montagna nelle strutture di Pietra Ligure, Andorra, Ghiffa, Bardonecchia, Zambia o Vacciago) nessuna informativa è invece giunta riguardo ai Campus estivi (settimane di svago in centri specializzati di musica, sport, teatro, arte o altro). Tra le righe della comunicazione ufficiale si comprende che non ci sono fondi per questo servizio, che tra laltro offriva lavoro a molti giovani.

 

Chi lo spiega adesso alle famiglie milanesi che quest'estate i loro bambini rimarranno in gran parte a spasso? È possibile che la giunta abbia deciso di tagliare proprio qui, a discapito dei cittadini del domani? Molti genitori si stanno già mobilitando ma con EXPO alle porte e un Sindaco non ricandidato sarà dura rivedere i Campus a Milano.


caricamento in corso...
caricamento in corso...