Domenica 1 febbraio, cosa fare a Milano? Gli eventi

31 gennaio 2015 ore 9:13, Andrea De Angelis
Tipica domenica di febbraio in quel di Milano con temperature che andranno di poco sotto lo zero arrivando fino a un massimo di 7 gradi. Non sono previste piogge, anzi soprattutto nel primo pomeriggio il sole dovrebbe splendere sulla città.  

Domenica 1 febbraio, cosa fare a Milano? Gli eventi

  Come ogni prima domenica del mese è previsto l’accesso gratuito a monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato. Il numero dei siti in cui recarsi è davvero importante. Clicca qui per vedere l’elenco completo. A seguire un evento per gli amanti della danza.  Sul palcoscenico del Teatro di Milano i danzatori del Balletto di Milano e gli allievi del Centro Studi Coreografici in un variegato Gala. Danza classica e contemporanea, carattere e un omaggio al tango in uno spettacolo che vede esibirsi gli artisti del Balletto di Milano ed alcuni allievi del Centro Studi Coreografici per unire il mondo professionale e quello dell'alta formazione su un unico palcoscenico. Il Gala avrà inizio alle ore 16:00, per ulteriori informazioni clicca qui. Veniamo poi ad un appuntamento culinario che ci porterà fino in Russia. Il “Russian sunday brunch” è pensato per bere e stuzzicare qualcosa e fermarsi poi con tutta calma a leggere un libro o a chiacchierare al tavolo, degustando nel frattempo tipiche specialità russe. Tra questi sono da provare i Blinis, una delle specialità russe più popolari, vero nome delle Crêpes francesi di cui la ricetta venne importata in Francia da Napoleone proprio dopo la campagna di Russia. Dalle 12:00 alle 17:00 in via Carlo Farini, 38 al Bar Liberty 38. Il costo è di 15,50 euro a persona. Chi si è mai interrogato sul rapporto tra scienza e cibo? Al Museo di Storia Naturale di Milano la mostra "Food. La scienza dai semi al piatto", a cura di Dario Bressanini, affronta il tema del cibo in maniera scientifica, dall’origine degli alimenti fino alla loro comparsa sulle nostre tavole. In sinergia con il tema di Expo 2015, il passato e il futuro del cibo si incontreranno in un percorso interattivo fatto di scienza e piacere, natura e di cultura, tecnologia e tradizioni. Verrà svelata l’origine e la trasformazione nel tempo dei principali alimenti, le caratteristiche nutrizionali, le proprietà chimiche e le modalità più appropriate per la loro coltivazione, lavorazione e preparazione. Per maggiori informazioni su tipologie di visita, costi e orario clicca qui. Proseguiamo con un appuntamento dedicato a chi prende ogni giorno la metropolitana: avevate mai immaginato una mostra a lei dedicata? La Fondazione Franco Albini presenta nella sede di via Telesio 13 "Alla scoperta della Rossa", una mostra dedicata alla metropolitana. Con la curatela dell’architetto Giovanni Luca Minici insieme alla Fondazione Albini, un originale allestimento di Marco Marzini accompagnerà i visitatori attraverso documenti d’archivio, con tavole originali e luoghi di lavoro che narrano lo spirito di un epoca dell’architettura italiana all’avanguardia nel mondo. Scoprendo oggetti, curiosità e filmati tratti dalle pellicole girate in Metro, la mostra proseguirà fino a Expo Milano 2015 e sarà integrata alle visite guidate solo su prenotazione. Per maggiori informazioni scrivere a "fondazionefrancoalbini@gmail.com" o chiamare il numero 02 49 82 378. Chi non ha mai sfogliato un calendario Pirelli? Scatti che hanno spesso fatto epoca, diventando un buon termometro della nostra società, dei suoi cambiamenti, del mutamento del gusto e della percezione del corpo femminile. Dalle fotografie in Brasile di Steve McCurry alla modella oversize scelta per il 2015, il Calendario Pirelli ha sempre colto lo spirito del tempo, interpretandolo a proprio piacimento. Ora la storia del Pirelli viene celebrata da Forma e Desiderio. The Cal - Collezione Pirelli la mostra che porta a Palazzo Reale una selezione di scatti dagli anni Sessanta a oggi, usciti dall'Archivio Pirelli per l'esposizione curata da Walter Guadagnini e Amedeo M. Turello. Ingresso dalle 09:30 alle 19:30 al costo di 10 euro. Previste numerose riduzioni. Tuffiamoci adesso nel mondo dell’arte con un appuntamento davvero importante. Per chi non si fosse ancora recato, da non perdere Palazzo Reale la mostra “Marc Chagall. Una retrospettiva 1908-1985?, dedicata al pittore bielorusso naturalizzato francese, uno dei più conosciuti e apprezzati dello scorso secolo. Si tratta della più importante mostra su Chagall realizzata in Italia negli ultimi 50 anni: sono infatti oltre duecento le opere provenienti da importati musei internazionali – dal MoMa di New York al Museo nazionale russo di San Pietroburgo – e da decine collezioni pubbliche e private di tutto il mondo. La mostra fa parte di Milano Cuore d’Europa, una rassegna culturale dedicata al prezioso ruolo della città italiana nella costruzione dell’identità europea. L’orario di apertura è dalle 09:30 alle 19:30. Il costo del biglietto intero è di 11 euro, numerose le riduzioni, comprese quelle per le famiglie. Volgiamo ora la nostra attenzione ai più piccoli. La mostra-gioco di MUBA “Energia” è dedicata ai bambini dai 6 anni ai 12 anni. Un percorso studiato ad hoc per i più piccoli, pensato insieme agli ingegneri dell’operatore energetico, per far vivere loro un’esperienza ludico-educativa che è innovativa nell’approccio ai temi scientifici. I bambini saranno infatti accompagnati nella scoperta dell’energia elettrica grazie a installazioni di grande impatto che renderanno la scienza divertente e coinvolgente. Sperimenteranno in prima persona, dal vivo, le cinque installazioni progettate per loro: “Tu sei energia”; “Centrale idroelettrica”; “Circuito elettrico”; “Fonti sotterranee”; “Elettricità”. La mostra è situata in via E.Besana 12, con ingressi alle ore 10:00, 11:30, 14:00, 15.45 e 17.30. Il biglietto costa 8 euro per i bambini e 6 euro per gli adulti. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...