Multe in prescrizione: gli automobilisti mettono sotto scacco Pisapia

31 luglio 2013 ore 14:16, intelligo
di Giuseppe Tetto
Multe in prescrizione: gli automobilisti mettono sotto scacco Pisapia
Piangono le casse del comune di Milano mentre i cittadini se la ridono sotto i baffi. Ammonta a 9 milioni di euro, infatti, il buco provocato dai ricorsi per le multe da codice stradale cadute in prescrizione. Una voragine nelle tasche di Palazzo Marino provocata dalla lentezza cronica della burocrazia e dall’eccesso di istanze presentate dagli automobilisti, che mandano in tilt il sistema. E i numeri presentati dall’assessore alla Polizia locale, Marco Granelli, e dal viceprefetto Vittorio Zappalorto, non lasciano dubbi. Nel 2012 i ricorsi sono stati poco meno di 300 mila: 238.864 quelli presentati al Prefetto e 50mila quelli presentati al Giudice di pace, cioè l’11% del totale degli oltre due milioni di verbali notificati dai vigili. Un colpo troppo pesante per il capoluogo Lombardo che si vede tagliare una bella fetta di introiti. E Pisapia che fa? Sigla un patto d’intesa con la Prefettura perché occorre far finire questa storia: i cittadini devono pagare per le loro colpe da piloti sbadati. Snellire e velocizzare, dunque. E per farlo Palazzo Marino e Palazzo Diotti uniscono i loro data base eliminando il cartaceo e digitalizzando la trasmissione degli atti e delle informazioni tra la polizia locale e la prefettura. «Fare ricorso è un diritto, ma abusarne per cercare l’impunità è scorretto - spiegano Granelli e Zappalorto - . L’informatizzazione consentirà di dar seguito a un numero maggiore di procedimenti. La decadenza dei termini di legge non sarà più causa di annullamento della sanzione». Ovviamente tutto questo avrà dei tempi e dei costi. Pisapia, per integrare il proprio sistema informativo, investirà nei prossimi mesi 145mila euro e 46 agenti per digitalizzare i documenti e mettere a regime le procedure. Perché è necessario investire per recuperare le perdite. In modo particolare per tutelare la miglior arma di riscossione in mano ai Comuni italiani: i temutissimi vigili urbani. In attesa di tempi cupi, gli automobilisti milanesi si godono la loro pacifica prescrizione.  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...