Milano, aumentano i prezzi dei musei. Addio ai biglietti gratuiti...

04 giugno 2014 ore 12:47, Micaela Del Monte
Milano, aumentano i prezzi dei musei. Addio ai biglietti gratuiti...
Aumenta il prezzo dei biglietti per i musei milanesi.
Da oggi in poi il costo del biglietto sarà di 5 euro per tutti e otto i musei e gallerie comunali (il Museo Archeologico di corso Magenta, il Museo di Storia Naturale di corso Venezia, i Musei del Castello Sforzesco, Palazzo Morando, dedicato a Costume Moda e Immagine in via sant'Andrea, l'Acquario civico, la Galleria d'Arte Moderna di via Palestro e Museo del Risorgimento di via Borgonuovo. Per il Museo del Novecento, inaugurato nel 2010, invece il ticket di ingresso è già di 5 euro). Dunque non più costi diversi da un indirizzo all’altro ma un unico ingresso da cinque euro, se intero, e da tre, per il ridotto. Un aumento che deriva dall’adeguamento Istat, in diversi casi mai aggiornato negli ultimi undici anni, ma che va anche oltre il 20 per cento canonico: l’obiettivo, infatti, è non soltanto quello di aumentare i ricavi dal settore musei, ma anche quello di uniformare i costi. Un'altra novità consiste nell'introduzione della tessera annuale valido per tutti i musei a 35 euro e una tessera valida per tre giorni — il tempo medio stimato per visitare gli otto musei milanesi — a 12 euro, ma anche nell'abolizione della gratuità del biglietto. L’adeguamento delle tariffe  è stato studiato in questi mesi dagli uffici dell’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, che hanno anche fatto una stima di quanto potrebbero aumentare gli incassi dei musei e, di conseguenza, le entrate del settore: nel 2014, considerando i sei mesi da luglio in poi (e considerando che, quest’anno, non ci sarà la gratuità dei musei ad agosto), si prevedono 345mila euro di maggiori incassi rispetto al 2013. Una cifra che compone l’aumento complessivo delle entrate previste per quest’anno: 955mila euro, il 50 per cento in più dello scorso anno, grazie ai 510mila euro di entrata eccezionale per eventi di aziende private nel cortile del Castello a gennaio e febbraio. Tutto questo ovviamente in previsione del'Expo quando Milano sarà invasa da migliaia di persone che, si spera, non visiteranno soltanto i padiglioni dell'esposizione.
caricamento in corso...
caricamento in corso...