I Coldplay tornano a Milano ma i bagarini rovinano la festa - video

04 luglio 2017 ore 15:12, Giuseppe Tetto

I Coldplay fanno innamorare Milano. Un cancerto di colori e musica pop per gli oltre 60mila fan arrivati allo stadio di San Siro, accolti dalle note della "O mio babbino caro" del maestro Puccini cantata dalla Callas. Tra fuochi d'artificio, coriandoli e palloncini, la band di Chris Martin, più che un concerto, ha regalato una festa nella prima delle due date italiane di “A Head Full Of Dreams Tour”. "Mandate un po’ del vostro fantastico amore italiano in Siria, a Parigi, in Iraq o a Manchester", ha detto il frontman alla folla. E stasera si riparte.

Scandalo secondary ticketing - Questo è stato però anche il concerto da cui è partito lo scandalo del secondary ticketing, la rivendita dei biglietti sui siti di bagarinaggio online che vedrebbe coinvolti anche i promoter. Nei prossimi mesi si aprirà la fase processuale. Il fenomeno, dichiarazioni di facciata a parte, continua a prosperare. E anche i classici bagarini in persona, quelli del mantra “compro vendo biglietti”, facevano affari indisturbati attorno ai cancelli del Meazza. 2Grazie per aver sopportato il traffico per venire qui, i prezzi dei biglietti elevati, i drink carissimi”, dirà Chris Martin durante la serata.

I Coldplay tornano a Milano ma i bagarini rovinano la festa - video
La scaletta del concerto - A dare il via alle danze è stata A Head Full Of Dreams”, canzone che dà titolo all’ultimo album e al tour. A seguire, "Yellow", "Every Teardrop" e "The Scientist", in un tripudio di luci e colori.  Chris ferma la band già dentro a “Charlie Brown”: “Fatemi un favore: per una sola canzone niente telefoni. Niente telefonini, solo noi 4 e le migliaia che siete voi a saltare assieme”. Ci vuole carisma per convincerne così tanti.

Due ore e mezza di concerto e non sentirle, anzi per tutti gli appassionati accorsi il tempo è volato ripercorrendo i attraverso vent'anni della loro musica. Canzoni dai loro esordi ai recenti successi, mix perfetto di classici come “Magic”, “Clocks into Midnight", “Everglow”, (prima della quale ricorda gli attentati di Manchester e in Siria, e con immagini tributo a Muhammad Ali), “In My Place", "Viva La Vida”, “Fix you”, "Charlie Brown”, fino a “Something just like this” (brano registrato con i Chainsmokers), “Aoal” (con palloni giganti tra il pubblico). “Don’t panic” e “A sky full of stars”. "Us against the world", richiesta da Mila, una fan (come oramai da consuetudine scaletta prevede: «Se c’è una canzone dei Coldplay che di solito la band non suona, fateci una richiesta, potremmo suonarla», avevano scritto sul loro canale social). E chiudere con "Up&up". 

caricamento in corso...
caricamento in corso...