Il sito della Fiera di Cremona è sotto attacco telematico dell'Isis

04 marzo 2015 ore 13:52, Micaela Del Monte
Ancora un'invasione web dell'Isis. Questa volta ai danni della home page del sito internet della Fiera di Cremona che è stata fatta sparire per far posto alla solita bandiera nera, questa volta accompagnata da alcune scritte in arabo e due in inglese: "Sotto attacco dello Stato islamico" e "Siamo ovunque".
Il sito della Fiera di Cremona è sotto attacco telematico dell'Isis
Così ieri, nel tardo pomeriggio, è arrivato l'ennesimo attacco hacker via web che ha bloccato il sito per più di un'ora. I primi accertamenti hanno fatto ritenere che il blitz informatico sia opera di un informatici esperti. Il sito è visitato ogni giorno da migliaia di persone, anche a livello internazionale. "Abbiamo informato gli inquirenti", ha commentato il presidente di CremonaFiere, Antonio Piva. "O si tratta di un burlone, e noi ci auguriamo che sia così, o di qualcuno che si è mosso con l’obiettivo di alimentare la paura. Quel che è accaduto è inquietante, ma non siamo preoccupati", ha detto il direttore dell’ente, Massimo Bianchedi. Subito informati, gli agenti della Digos cui sono stati forniti tutti gli elementi utili affinché possano far luce su chi sta dietro questa incursione che ha avuto per obiettivo un sito a forte vocazione e fruizione internazionale e che per di più ha una piattaforma telematica in comune con Expo, da più parti indicato come un possibile obiettivo di un’eventuale offensiva dell’Isis in Italia. In oltre sarà inviata un’informativa alla Procura ed entrerà in azione la Polizia postale per compiere tutte le verifiche.
caricamento in corso...
caricamento in corso...