Quello strano asse tra Maroni e Ncd all'ombra della Madonnina

04 settembre 2015, intelligo
Le parole del governatore lombardo fanno scorrere qualche brivido sulla schiena di Matteo Salvini, quotidianamente impegnato nel "tiro ad Alfano". 

Quello strano asse tra Maroni e Ncd all'ombra della Madonnina
"Sono per le cose semplici e che funzionano. Regione Lombardia è governata da due anni e mezzo da una coalizione con Ncd. Questa per me è coalizione". A dirlo è Roberto Maroni, rispondendo a una domanda sulla coalizione di centrodestra da mettere in campo in vista delle prossime elezioni comunali di Milano. 

"Usiamo la stessa coalizione che c’è in Lombardia per vincere a Milano e per individuare il candidato si facciano le primarie". Insomma, "la coalizione deve essere questa, non c’è altra via altrimenti perdiamo".
L'uscita di Maroni, per quanto spiazzante, si giustifica con la necessità di puntellare la propria maggioranza e metterla al riparo dai contraccolpi delle sortite verbali del segretario del Carroccio. 

Ma c'è anche chi sussurra che Maroni non vedrebbe affatto male un rilancio della candidatura di Maurizio Lupi come candidato sindaco di Milano, di fronte ai ripetuti dinieghi proferiti da Paolo Del Debbio.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...