Questa è la storia del primo bambino concepito...

05 novembre 2013 ore 17:29, intelligo
Questa è la storia del primo bambino concepito...
La vita vince su tutto anche sul cancro. Soprattutto se in gioco c’è l’amore di una madre verso il figlio.
È questa la bella storia del primo bambino concepito in Italia da un ovocita congelato con la tecnica di “vitrificazione” e che ha visto la luce il 26 ottobre scorso a Milano. Questa, è la storia di una mamma che, diagnosticato un carcinoma ovarico border line nel 2008, ha deciso di sottoporsi al prelievo e alla crioconservazione degli ovociti, per preservare la propria fertilità messa a rischio dalle terapie che avrebbe dovuto sostenere. «Madre e figlio stanno bene» ha dichiarato il Dott. Filippo Maria Ubaldi, responsabile clinico dei centri Genera strutture di medicina della riproduzione, la cui sede di Roma presso la clinica Valle Giulia, ha assistito la donna durante l'intera procedura. Il laboratorio Genera, diretto dalla Dott.ssa Laura Rienzi, è uno dei primi al mondo ad applicare la tecnica di “vitrificazione” degli ovociti. Nel 2013, la donna dopo aver superato la malattia, è tornata per essere sottoposta a trasferimento di un embrione ottenuto dalla fecondazione degli ovociti criopreservati 5 anni prima. «È un giorno di grande felicità per il nostro staff ma anche una data storica per la medicina della riproduzione italiana che conferma il suo primato europeo nella crioconservazione ovocitaria», ha dichiarato Rienzi. Va ricordato che la “vitrificazione” è il più avanzato processo di congelamento degli ovociti che si effettua dopo una stimolazione ormonale per l’induzione della crescita follicolare multipla e dopo prelievo degli ovociti per le donne che desiderano preservare la propria fertilità futura. Oggi questo nuovo metodo non è più sperimentale e viene riconosciuto dalle società scientifiche internazionali ormai come tecnica standard.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...