Milano: fermato rapinatore seriale in bici, "armato" di gas da guerra

05 settembre 2016 ore 16:46, Americo Mascarucci
È sospettato di essere un rapinatore seriale l'aggressore che nei giorni scorsi avrebbe picchiato e rapinato donne anziane in zona Melchiorre Gioia, a Milano.
Si tratta di un clandestino siriano di 42 anni con precedenti per rapina e furti risalenti al 2013 e al 2015, arrestato dalla polizia per resistenza e detenzione di arma clandestina mentre cercava una nuova vittima in sella alla sua bicicletta. 
Gli agenti lo hanno notato mentre percorreva la pista ciclabile a passo d'uomo e quando lo hanno avvicinato è scappato. Poi ha provato a far cadere i motociclisti scalciandoli via e infine ha estratto una bomboletta di spray lacrimogeno classificato come arma da guerra a causa del pericoloso principio attivo contenuto, l'orto-clorobenziliden-malononitrile, in uso alle forze di polizia.

Milano: fermato rapinatore seriale in bici, 'armato' di gas da guerra
Le indagini sono partite dopo la violenta aggressione subita da una donna di 76 anni il primo settembre in via Vivaldi. La donna è ancora ricoverata alla clinica Città Studi per i traumi alla testa. L'aggressione era avvenuta nell'androne di casa della vittima, all'ingresso del suo palazzo. Il siriano le si era avvicinato in sella alla sua bicicletta mountain bike e, con in testa un cappellino rosso, l'aveva strattonata per rubarle una catenina d'oro e un orologio Rolex. 
Afferrato il bottino, il 42enne era fuggito sulla sua bici. 
Il siriano è indagato per questo episodio ed è sospettato di essere l'autore di un altro avvenuto con modalità simili il 25 agosto nella stessa zona ai danni di una 70enne. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...