Milano choc, calci e pugni al dirigente: in coma. Vecchie ruggini

05 settembre 2017 ore 15:01, intelligo
A Milano una discussione tra un dipendente e il suo capo finisce in tragedia. Prima un normale diverbio, poi l’uomo in un raptus di rabbia picchia selvaggiamente il suo superiore a calci e pugni, facendogli perdere i sensi dopo una caduta. Ora il dirigente della Stie di San Vittore Olona, azienda leader nei trasporti urbani ed extraurbani, è ricoverato in Rianimazione e versa in gravi condizioni. Ha riportato fratture al volto ed è in coma indotto. Le prossime ore saranno decisive per il decorso post-traumatico: ugualmente importanti saranno gli accertamenti neurologici cui verrà sottoposto. L’aggressore, inizialmente condotto al pronto soccorso, è stato arrestato dai carabinieri di Legnano, intervenuti con prontezza sul luogo del pestaggio, che ora stanno cercando di fare luce sulle ragioni del pestaggio. I militari stanno passando al setaccio le testimonianze dei dipendenti della Stie, i soli che per il momento potrebbero fornire elementi utili. 
Milano choc, calci e pugni al dirigente: in coma. Vecchie ruggini
I FATTI 
Tutto è avvenuto poco dopo le 7 di lunedì, nella sede della Stie a San Vittore. La lite sarebbe scoppiata appena il dipendente è entrato nell’ufficio del dirigente per discutere di una contestazione in ambito lavorativo. L’uomo, 58 anni e a soli due anni dalla pensione, non ha nemmeno iniziato la discussione e ha subito colpito il dirigente al volto con una serie di pugni per poi proseguire con i calci, una volta che la vittima è caduta a terra. Solo l’intervento dei colleghi presenti ha evitato la tragedia. Il 54enne è caduto a terra esanime e subito è stato avvertito il 112 che ha inviato sul posto un’ambulanza e una pattuglia dei carabinieri di Legnano, incaricata di fare luce sull’accaduto. Solo lievi ferite per l’altro contendente che, dopo essere stato visitato al Pronto Soccorso, è stato immediatamente dimesso. Dovrà ora spiegare agli inquirenti perché abbia attaccato il dirigente con tanta violenza. Decisive saranno anche le testimonianze delle persone presenti al momento della lite.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...