Comi (Pdl): «Non si può eliminare il leader di un partito e non subire conseguenze. Letta-bis? Un puzzle»

06 settembre 2013 ore 12:17, Marta Moriconi
Comi (Pdl): «Non si può eliminare il leader di un partito e non subire conseguenze. Letta-bis? Un puzzle»
La crisi ha messo la quarta e ribolle il motore pidiellino pronto a far saltare la macchina dell’esecutivo Letta. E attraverso IntelligoNews non usa giri di parole l’eurodeputata azzurra Lara Comi, la bomba sarà fatta esplodere da chi tiene il cerino in mano, il Pd è il primo imputato: «Confido ancora che si possa compiere un atto di responsabilità nei confronti del presidente Berlusconi. Se questo non avverrà ci saranno azioni forti». E accadrà il peggio a quel punto perché «non si può eliminare il leader di un partito e non subire delle conseguenze». Si segnala un’accelerazione della crisi: la Santanchè ha parlato di un videomessaggio imminente di Berlusconi, poi si è parlato di un contro video di Napolitano. Governo Letta agli sgoccioli? «Chiamiamo gli esponenti del Pd alla responsabilità. Non si può eliminare il leader di un partito e non subire conseguenze. E’ normale che accada. Ci sarà la crisi? Lo possiamo dire solo in seguito alle reazioni che avrà il Pd. Non lo sappiamo ancora oggi». Governo-ponte e ritorno al voto in primavera. Lo ritiene possibile? «In primavera no,  c’è il semestre europeo, la vedo una strada difficile, che creerebbe molti più disagi. Noi già il 1 luglio dobbiamo essere pronti con il semestre europeo che dovrà guidare all’Italia. Se si va ad elezioni io credo che si debba andare subito o dopo il semestre italiano. E comunque quello che ci aspettiamo è che il presidente Berlusconi sia il leader di riferimento». Letta bis. Come lo vede? «Un puzzle, se vogliamo definirlo in modo elegante, di pezzi di minoranza che devono essere inseriti per avere la maggioranza. Vedo difficile avere posizioni moderate con i grillini. Ci vuole concretezza, come quella che c’è stata finora tra Pd e Pdl. Abbiamo bisogno di persone con esperienza e che abbiano come interesse il Paese e non uno streaming continuo».  I ministri pidiellini si dimetteranno oggi come si vocifera? «Non glielo so dire. Confido ancora che si possa compiere un atto di responsabilità nei confronti del presidente Berlusconi. Se questo non avverrà ci saranno azioni forti». La mediazione di Gianni Letta col Colle può essere risolutiva? «Speriamo».
caricamento in corso...
caricamento in corso...