Domenica 7 settembre, cosa fare a Milano? Gli eventi

06 settembre 2014 ore 10:16, Andrea De Angelis
Forse ci siamo, care lettrici e cari lettori milanesi. Finalmente il sole dovrebbe splendere sulla città, regalando una prima domenica di settembre calda (le temperature oscilleranno tra i 18 e i 25 gradi) e non ventosa. Il condizionale però è d'obbligo, vuoi per la nefasta estate che sta per concludersi, vuoi per le nuvole che, anche questa volta, potrebbero arrivare in serata.  

Domenica 7 settembre, cosa fare a Milano? Gli eventi

    Come ogni prima domenica del mese è previsto l'accesso gratuito a monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato. Tra i luoghi d'arte visitabili nel capoluogo lombardo ricordiamo il Cenacolo Vinciano e la Pinacoteca di Brera, dove resta visitabile la mostra "Antonio López García, Caravaggio. Cena per due, pittura della realtà”, che permette di ammirare "La cena" dell’artista spagnolo insieme al capolavoro "Cena in Emmaus" di Caravaggio. Per l'elenco completo si consiglia di visitare il sito del Ministero. Prosegue la rassegna cinematografica "Cinema da scoprire", con l’obiettivo di far riscoprire film che non appartengono alla rete della grande distribuzione, ma che si distinguono per la tecnica usata e per le tematiche trattate. Domenica mattina alle 11.00 uno speciale appuntamento per i più piccoli con la proiezione de "I padri del cinema: i fratelli Lumière e Georges Méliès". Alcuni filmati storici girati dai pionieri del cinema. Le riprese realistiche dei Lumière e i giochi illusionistici di Méliès; inoltre il famosissimo “Viaggio sulla Luna” (1906, G. Méliès), primo film di fantascienza della storia del cinema. Appuntamento al MIC - Museo Interattivo del Cinema, viale Fulvio Testi 121. L'ingresso è gratuito. Il Comune di Milano Cultura e Palazzo Reale presentano "Il ciclo di Arhat", una esposizione di opere di pittura e scultura di grandi dimensioni realizzate dall’artista contemporaneo Takashi Murakami. Curata da Francesco Bonami, è la prima mostra del grande artista giapponese in uno spazio espositivo pubblico italiano. Aperta ai visitatori da giovedì 24 luglio, terminerà proprio oggi, domenica 7 settembre. Il costo del biglietto è di 5 euro. Allo spazio Seicentro sarà possibile ammirare la mostra di murales "Cile, la gente, la terra". Le opere di Eduardo "Mono" Carrasco e Sergio "Mecha" Mendez saranno visitabili dalle 10 alle 13.  Carrasco lavora in Italia dal 1974, anno in cui è scappato dal Cile come rifugiato politico, per l'ascesa della dittatura di Augusto Pinochet. Nel 1971 in un quartiere popolare di Santiago dipinse, con il famoso artista Roberto Sebastian Matta, un'importante opera murale coperta più volte negli anni dalla dittatura, oggi restaurata e resa patrimonio culturale del paese. In Italia ha dipinto decine di murales. Infine un consiglio: recatevi nei pressi del Duomo per curiosare sulla recentissima scoperta archeologica che sta lasciando i milanesi a bocca aperta...
caricamento in corso...
caricamento in corso...