Primarie a Milano, ci siamo. Nella rosa dei votanti sedicenni residenti e immigrati

08 gennaio 2016 ore 16:14, intelligo
Primarie a Milano, ci siamo. Nella rosa dei votanti sedicenni residenti e immigrati
Pisapia si prepara a lasciare e il centrosinistra si rimbocca le maniche per preparare le sue primarie di Milano. Mentre i candidati sindaco si sono fatti avanti (l'ufficializzazione sarà solo tra qualche giorno, siamo ancora alla raccolta delle firme) e in attesa delle elezioni comunali della prossima primavera, sono le prime notizie sullo svolgimento a tenere banco. 

Innanzitutto c'è la data: le primarie milanesi si svolgeranno domenica 7 febbraio, ma c'è la possibilità di un anticipo già dal giorno precedente. Poi è pubblico il regolamento.
Primo: per essere eletti sindaco è necessario essere cittadini italiani (neanche gli stranieri comunitari possono essere eletti sindaco).
Secondo: chi può votare?  Ovviamente i maggiorenni milanesi con diritto di voto alle elezioni comunali, poi i ragazzi dai sedicenni in su residenti e “tutti i cittadini stranieri regolarmente residenti a Milano” (e non sarebbe il primo caso, potevano partecipare alle primarie del centrosinistra anche a Roma, e purtroppo è facile ricordarlo per gli scandali che sono scoppiati sulla presunta compravendita di voti).
Prima di votare basterà registrarsi all'albo degli elettori del centrosinistra e non basta avere la tessera, anche gli iscritti ai partiti devono farlo. E' necessario controfirmare poi le “linee guida del centrosinistra per Milano”.
E tutto al modico prezzo di... 2 euro per le spese organizzative. 


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...