Mamme e nidi: Milano chiede iscrizioni online, rispondi Pisapia

08 marzo 2013 ore 13:28, Marta Moriconi
Mamme e nidi: Milano chiede iscrizioni online, rispondi Pisapia
di Vanessa Del Cero Dopo un anno di critiche inferocite da parte di numerosi genitori milanesi, l’amministrazione di Pisapia ritorna sui passi della Moratti. Si parla di scuola. Ma l'online non funziona... Circa un anno fa, l’assessore all’istruzione Maria Grazia Guida aveva stravolto i criteri di attribuzione dei punti per entrare nei nidi e nelle scuole d’infanzia, togliendo parametri chiave quali il bacino d’utenza e la vicinanza tra fratelli e sorelle. Così molte famiglie si erano viste assegnare asili dall’altra parte della città, perché il proprio posto era stato preso da bimbi fuori zona con più punteggio. E meno male che bisognava disincentivare l’uso delle auto. I disagi sono stati davvero tanti, ma quest’anno per fortuna dopo le numerose polemiche, mail e telefonate di mamme arrabbiate, la giunta ha deciso di dialogare e sentire il parere degli utenti. Dopo gli incontri di confronto fra l’assessorato dell’Educazione-Istruzione e i rappresentanti dei genitori, lo scorso 26 febbraio sono stati resi pubblici i nuovi parametri. Risultato? Tutto è tornato più o meno come prima. Il vecchio contapassi è stato ribattezzato “geoschool”, un servizio che aiuta a trovare i nidi, le sezioni primavera e tutte le scuole comunali territoriali più vicine a casa, con tanto di percorso pedonale consigliato e indicazione in metri delle strutture più vicine. Seppur diminuito il punteggio per ogni bambino in più oltre all’iscritto, per non svantaggiare i figli unici, anche l’avvicinamento tra fratelli torna tra i criteri: è favorita con un punto in più la scelta della struttura più vicina alla scuola dell’altro figlio (nido, materna o elementari dello stesso comprensivo). Così il 5 marzo si sono aperte le iscrizioni on-line, peccato però che in verità non siano mai iniziate. Pensare che avevano sconsigliato le procedure cartacee perché si poteva fare tutto tranquillamente dal computer. Forse il portale del Comune di Milano non è riuscito a gestire l’intenso traffico delle mamme in rete? Dopo un giorno di blocco del sito, è apparso un avviso: “Sono sospese le iscrizioni on-line per verifiche e implementazioni tecniche”. Le registrazioni sono aperte fino al 24 aprile e le graduatorie definitive promesse per fine maggio. Almeno si spera che quest’anno non ci siano bambini senza asilo, genitori costretti a ricorrere a strutture private o peggio a fare i salti mortali da una parte all’altra della città e sdoppiarsi per prendere due figli in zone opposte allo stesso orario d’uscita.
caricamento in corso...
caricamento in corso...