Trudeau ad Amatrice: l’abbraccio con Pirozzi diventa virale.

29 maggio 2017 ore 13:31, intelligo

Ieri il primo ministro canadese, Justin Trudeau, ha visitato ciò che resta di Amatrice, con sua moglie Sophie Gregorie, per rendere omaggio alle 249 vittime scomparse lo scorso Agosto. Trudeau,  dopo aver lasciato la Sicilia (ha partecipato al G7 di Taormina), ha deciso di recarsi nella città reatina. E tra una preghiera, e l’abbraccio al sindaco Sergio Pirozzi, Trudeau ha donato 2,6 milioni di euro per risollevare le sorti del borgo. Ed è proprio dinanzi al memoriale delle vittime del sisma, che il premier ha deposto un mazzo di fiori, lasciando spazio alla commozione. Dopo aver fatto il segno della croce, si è sciolto in un abbraccio con il sindaco. Trudeau ha ribadito: “Sono qui per dimostrare l'amicizia con il popolo italiano. La comunità italo-canadese, ma tutta la popolazione canadese, è stata molto colpita da quanto successo qui e vogliamo esprimere vicinanza”.                                                        [image: left]Oltre al sindaco di Amatrice, erano presenti il Ministro degli Esteri presidente della Regione Nicola Zingaretti, il commissario per il sisma Vasco Errani e il capo della protezione civile Fabrizio Curcio. "Un gesto di grande vicinanza da parte di un popolo fratello con cui abbiamo un'amicizia profonda e che aiuterà le nostre comunità colpite dal terremoto- ha affermato il Ministro Alfano- l'Italia è grata ai canadesi per la loro generosità nel fornire fondi per aiutare l'italia centrale dopo il terremoto.” Aggiungendo, poi, con un tweet : "Credo nella forza della vita. Qui, ad Amatrice, uomini che aiutano altri uomini ne sono l'esempio". Dopo essere stato al centro operativo comunale, gli uffici della sede provvisoria del Comune e gli studi di Radio Amatrice, Justin Trudeau si è recato,  nell’area “food”, in compagnia del sindaco, per pranzare insieme ai volontari, stringendo loro la mano, per rispetto al valore mostrato. Piatto scelto, ovviamente, pasta all’amatriciana, della quale ha fatto il bis. Nel salutarsi, il sindaco gli ha rinnovato l’invito a presentarsi ad Amatrice:"Ti aspetto ancora qui, mi raccomando”. Pronta la risposta: "Non preoccuparti, so quello che devo fare" ha rassicurato il premier canadese, per poi ripartire. 


di Sofia Nacchia

<
>
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...